×

Coronavirus, nel Regno Unito sono oltre 26mila le vittime

Il Phe ha inserito nel bilancio anche i decessi per coronavirus nelle case di riposo del Regno Unito.

coronavirus regno unito

Nel Regno Unito le vittime del coronavirus hanno superato quota 26mila. A rendere noto il dato la Direzione sanitaria del Public Health England (Phe). Il Regno Unito è così diventato il terzo Paese al mondo per morti in cifra assoluta dopo gli Stati Uniti e l’Italia.

Uno scatto in avanti drammatico dovuto all’inserimento del conteggio anche le vittime registrate nelle case di riposo e non solamente quindi negli ospedali.

Coronavirus, nel Regno Unito 165mila casi

“Ogni morto è una tragedia – ha detto Yvonne Doyle, direttore sanitario del Phe – è vitale aggiornare il bilancio della pandemia nel Regno Unito.

L’impatto dell’emergenza non consente ancora di alleggerire il lockdown”. Il totale dei contagi da coronavirus nel Regno Unito è di oltre 165mila casi positivi.

60mila vittime negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti, invece, le vittime del coronavirus negli Stati Uniti hanno superato quota 60mila.
Secondo i dati elaborati dalla Johns Hopkins University, i decessi legati alla Covid-19 sono almeno 60.876, mentre i casi di pazienti contagiati sono saliti a 1.036.652.

Torna a salire anche il numero giornaliero dei morti da coronavirus negli Usa. Nelle ultime 24 ore, secondo i dati della Johns Hopkins University, sono stati 2.502 rispetto ai 2.200 del giorno precedente. Dati negativi anche per il Prodotto Interno Lordo (Pil) che è calato del 4.8%, superando anche le previsioni degli analisti che si attestavano al 4%.

Crisi peggiora in Brasile

In Brasile le vittime del coronavirus hanno superato quota 5mila, sorpassando la Cina per il triste bilancio. Nelle ultime 24 ore sono stati 474, portando il totale a 5.017. Con i dati attualizzati. I contagi registrati oggi sono stati 5.385, per un totale di 71.886. “L’epidemia sta peggiorando. – ha dichiarato il Ministro della Salute, Nelson Teich – in Brasile la curva dei contagi sta crescendo, con un aggravamento della situazione. Oggi registriamo un aggravamento della situazione in alcuni luoghi, dove la crisi è più forte”. Il Ministro ha fatto riferimento alle città di San Paolo, Rio de Janeiro, Manaus e Recife.

In Germania pressioni politiche

Il Robert Koch Institut ha fatto sapere che è salito di nuovo il tasso di contagio da coronavirus in Germania. Secondo le informazioni fornite in Germania sono registrati 156.337 casi di contagio e 5.913 vittime. Il Governo centrale non vuole accelerare sull’allentamento delle misure restrittive, ma la pressione politica ed economica a riguardo sale e il dibattito è acceso. La cancelliera Angela Merkel incontrerà i governi regionali.

Laureato in Scienze della Comunicazione, ha conseguito un Master in Ufficio Stampa, Digital Pr e Influencer Marketing per la Cultura. Ha lavorato per Il Mattino e il Gazzettino vesuviano. Attualmente collabora con Notizie.it, iGv Network, Antimafia Duemila e Media Duemila.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Francesco Ferrigno

Laureato in Scienze della Comunicazione, ha conseguito un Master in Ufficio Stampa, Digital Pr e Influencer Marketing per la Cultura. Ha lavorato per Il Mattino e il Gazzettino vesuviano. Attualmente collabora con Notizie.it, iGv Network, Antimafia Duemila e Media Duemila.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora