×

Coronavirus, i decessi in tutto il mondo sono oltre 260mila

Condividi su Facebook

Secondo la John Hopkins University i decessi da coronavirus nel mondo hanno superato quota 260mila.

coronavirus decessi

La pandemia di coronavirus ha provocato oltre 260mila decessi in tutto il mondo. Il dato è stato diffuso dalla Johns Hopkins University degli Stati Uniti. Secondo l’istituto i decessi ufficialmente riportati al momento sono 263.068, di cui 72.812 negli Usa e 30.150 nel Regno Unito.

I casi totali di contagio sono invece 3 milioni e 744.585, di cui un milione e 223.468 negli Stati Uniti. Frena ancora l’epidemia in Cina dove sono stati registrati solo 2 nuovi casi di coronavirus che portano il totale a 82.885. Il bilancio dei decessi resta pari a 4.633.

Coronavirus, i numeri dei decessi

Proprio negli Usa stanno facendo discutere anche altri numeri raccolti da Bospar in un sondaggio. Dall’indagine è emerso che anche se fosse disponibile un vaccino contro il coronavirus, un terzo degli americani, il 39,7%, non lo farebbe. Nonostante quindi le migliaia di decessi da coronavirus in tutto il mondo, anche se uno degli otto vaccini attualmente in fase di sperimentazione fosse effettivamente efficace, buona parte degli americani non sarebbe incline a farsi immunizzare.


La situazione in Brasile

Preoccupa, intanto, anche la situazione in Sud America. Nelle ultime 24 ore in Brasile sono stati registrati 614 decessi, il numero più alto dall’inizio della pandemia. Il ministero della Salute brasiliano ha anche specificato che le vittime totali sono 8.535 e che in un solo giorno sono rimaste contagiate 10.381 persone.

“Il lockdown potrebbe essere necessario in alcuni luoghi, in altri penso a maggiore flessibilità. Quando parliamo di isolamento, distanziamento, esistono vari livelli”, ha detto il ministro Nelson Teich.

L’epidemia in Messico

Situazione complicata anche in Messico dove in un giorno sono stati registrati 1.609 i nuovi casi di coronavirus e 197 i nuovi decessi.

Qui il ministero della Salute ha parlato di quasi 28mila casi e di 2.704 decessi.

Giornalista, copywriter, social media manager, esperto di comunicazione. Ho lavorato per Il Mattino e sono stato caporedattore centrale de il Gazzettino vesuviano. Laureato in Scienze della Comunicazione, ho conseguito un Master in Ufficio Stampa, Digital Pr e Influencer Marketing per la Cultura. Con la mia tesi su “La crisi del giornalismo” ho vinto il Premio Nazionale Nostalgia di Futuro organizzato da Fieg. Collaboro con iGv Network, con Antimafia Duemila, con Media Duemila e sono il fondatore di Effequadro.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Francesco Ferrigno

Giornalista, copywriter, social media manager, esperto di comunicazione. Ho lavorato per Il Mattino e sono stato caporedattore centrale de il Gazzettino vesuviano. Laureato in Scienze della Comunicazione, ho conseguito un Master in Ufficio Stampa, Digital Pr e Influencer Marketing per la Cultura. Con la mia tesi su “La crisi del giornalismo” ho vinto il Premio Nazionale Nostalgia di Futuro organizzato da Fieg. Collaboro con iGv Network, con Antimafia Duemila, con Media Duemila e sono il fondatore di Effequadro.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.