×

Infermiera contrae coronavirus: morta pochi giorni dopo a Brooklyn

Lo scorso 19 marzo aveva accusato i primi sintomi e dopo il test ha deciso di allontanarsi da tutti per proteggere i suoi affetti.

infermiera coronavirus morta
infermiera coronavirus morta

Un’infermiera di Brooklyn aveva contratto il coronavirus ed è morta pochi giorni dopo l’infezione. La donna però prima di morire ha voluto compiere un ultimo gesto altruista, isolandosi completamente da amici e familiari pur di proteggerli da un possibile contagio.

Infermiera morta di coronavirus protegge la famiglia

La protagonista della triste vicenda è Rosemary Coutou-Figaro, un’infermiera registrata presso il Kingsbrook Hospital di Brooklyn che prima della dipartita ha voluto mettere i suoi cari al riparo dalla malattia che l’aveva colpita.

1.JiBnMqyl6SLa donna, infatti, dopo aver scoperto la sua positività, ha deciso di allontarsi dai suoi affetti, per evitare di contaguiarli, senza nemmeno lasciar loro il tempo di salutarla prima della sua scomparsa.

Ultimo gesto eroico

Sua sorella Oniquica Coutou ha raccontato che Rosemary era stata ricoverata il 19 marzo per sintomi simil-influenzali, ma rispedita subito a casa. Pochi giorni dopo, è tornata in ospedale con seri problemi respiratori. Da lì poi il test ha rilevato la presenza di covid, causa della sua morte pochi giorni dopo.

Rosemary lavorava come infermiera geriatrica, ma durante l’epidemia ha dovuto adattarsi ai ritmi frenetici dell’epidemia in prima linea, aumentando così il rischio di contagio.

La famiglia è sconvolta dall’accaduto, ma il suo gesto sembra non esser stato vano. Si tratta dell’ennesima vittima della pandemia tra gli infermieri di tutto il mondo.

Contents.media
Ultima ora