×

Croazia, frontiere riaperte ma non per l’Italia

Condividi su Facebook

La Croazia riapre le frontiere, ma per l'Italia si deve ancora aspettare. Sono 10 i Paesi ammessi per il momento.

Croazia, frontiere ancora chiuse per l'italia
Una foto della splendida Croazia, che ha riaperto le frontiere ma non per l'Italia

La Croazia ha riaperto le frontiere, ma non per l’Italia: sono ammessi solo i cittadini di altri 10 paesi dell’Unione Europea.

Croazia apre frontiere, non per Italia

Le frontiere della Croazia sono riaperte, ma non per l’Italia. Saranno ammessi invece solo i cittadini provenienti da Austria, Estonia, Germania, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia e Ungheria. Per loro non sono previste restrizioni, se non quelle igienico-sanitarie che caratterizzeranno i viaggi della prossima estate.

Il caso della Croazia

La Croazia ha avuto circa 2mila casi di Covid-19 e un centinaio di morti.

Da inizio maggio, durante la fine del lockdown, il Paese ha aperto le frontiere per viaggi d’affari o per chi possedeva un immobile o una barca. Oggi, i cittadini dei suddetti Paesi non devono fornire alcuna giustificazione per l’ingresso in Croazia.

Austria e Svizzera

Anche l’Austria e la Svizzera hanno chiuso le frontiere per gli italiani. Il loro rientro è considerato ancora prematuro, soprattutto alla luce del fatto dei numerosi contagi avvenuti in Lombardia e Piemonte.

La riapertura della frontiera svizzera potrebbe slittare fino al 6 luglio, quando sarà ristabilita del tutto la libertà di circolazione nell’area Schengen. Nel frattempo, resta consentito l’accesso agli oltre 70mila lavoratori transfrontalieri.

Sono pertanto sconsigliati i viaggi da Austria e Svizzera verso altri paesi d’Europa, nel tentativo di rilanciare l’economia del turismo locale.

In corso di valutazione

Sarà possibile effettuare una valutazione più affidabile solamente dopo il 3 giugno, data in cui, secondo il governatore della Lombardia Attilio Fontana, anche Lombardia potrebbe riaprire i confini.

Se la massima cautela porterà risultati oggettivamente positivi, si andrà incontro ad un progressivo ritorno alla normalità.

Nato il 13 Marzo 1991 a Milano, città dove tuttora risiede. Laureato in Scienze dei Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi sul teatro indiano. Lavora come Ufficio Stampa e Digital PR per la Compagnia Teatrale PianoinBilico. Scrive racconti (il suo libro, “Il tempo è il binario di un tram” è prossimamente in uscita) ed è un inguaribile curioso.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Federico Riccardo

Nato il 13 Marzo 1991 a Milano, città dove tuttora risiede. Laureato in Scienze dei Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi sul teatro indiano. Lavora come Ufficio Stampa e Digital PR per la Compagnia Teatrale PianoinBilico. Scrive racconti (il suo libro, “Il tempo è il binario di un tram” è prossimamente in uscita) ed è un inguaribile curioso.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.