×

Coronavirus, morto il primo calciatore in Bolivia

Condividi su Facebook

Deibert Guzman era un giovane calciatore molto apprezzato per il suo talento in Bolivia, ma purtroppo il coronavirus lo ha strappato alla vita.

coronavirus calciatore morto bolivia
coronavirus calciatore morto bolivia

Deibert Roman Guzman, calciatore professionista dell’Universitario del Beni, squadra che milita nella serie cadetta in Bolivia, è morto per coronavirus all’età di 25 anni. Solo qualche giorno prima il virus aveva portato via anche lo zio allenatore e il padre dirigente del ragazzo.

Si tratta del primo caso assoluto di un calciatore morto per covid.

Coronavirus, morto giovane calciatore in Bolivia

Dalla Bolivia arriva la notizia della tragica scomparsa di Deibert Roman Guzman, calciatore 25enne dell’Universitario di Beni (squadra della serie cadetta del campionato boliviano) morto a causa del coronavirus.

Si tratta del primo calciatore professionista morto per covid-19.

Tragedia familiare

Una tragedia che ha sconvolto il mondo del calcio sudamericano non solo per la scomparsa del giovane calciatore, ma soprattutto la situazione familiare del ragazzo: nel giro di poche settimane, infatti, proprio a causa del virus sono venuti a mancare anche il padre dirigente e lo zio allenatore.


Talento

Secondo quanto descrivono i media boliviani, per i tre membri della famiglia si è rivelato fatale l’aggravarsi del virus nei polmoni, organi più colpiti e che non avrebbero lasciato speranze neanche al giovane Deibert.

Tra gli esperti di calcio giovanile, Deibert era tra i talenti più interessanti.

Il giovane 25enne era alla ricerca di un rilancio anche in campionato, dopo le ottime uscite con la maglie delle nazionali Under 15, 16 e 17.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.