×

In Brasile riesumano i corpi: non c’è più spazio per i morti di coronavirus

Continuano ad aumentare le vittime di coronavirus in Brasile, dove si sta procedendo con la riesumazione dei corpi.

coronavirus Brasile riesumazione corpi
coronavirus Brasile riesumazione corpi

Resta alta l’emergenza coronavirus in Brasile, dove è record di vittime e il bilancio dei morti non sembra arrestarsi. Nel Paese il presidente Bolsonaro continua a minimizzare la situazione. Intanto il numero delle vittime è superiore a quello registrato in Italia e Gran Bretagna.

I decessi hanno oltrepassato anche i dati segnalati in Spagna. Mentre preoccupa la situazione in Argentina e tutto il Sud America deve far fronte a un bilancio sempre crescente, le vittime del coronavirus in Brasile continuano ad aumentare: per questo motivo, si sta procedendo con la riesumazione dei corpi.

Coronavirus, in Brasile si procede con riesumazione dei corpi

Stando a quanto riportato dalla Johns Hopkins University, sono 41.828 i morti da coronavirus in Brasile. 909 i decessi registrati nella giornata di venerdì 12 giugno. 828 i casi confermati.

La città più grande del paese, San Paolo, sta liberando spazio nei suoi cimiteri per far posto alle vittime del Covid-19.

Così si stanno riesumando i corpi delle persone defunte da almeno 3 anni. I resti vengono conservati in 12 container acquistati dal servizio funebre della città.

Gli esperti sanitari sono preoccupati per una nuova ondata. Il picco di infezione in Brasile è previsto per agosto. Il dottor Michael Ryan, capo delle emergenze dell’Organizzazione mondiale della sanità, ha dichiarato: “Nel complesso, in Brasile il sistema sanitario sta ancora affrontando il problema”.

Quindi ha aggiunto: “Chiaramente il sistema sanitario in Brasile ha bisogno di un sostegno significativo per far fronte ai suoi sforzi. Ma i dati che abbiamo al momento mostrano un sistema sotto pressione, un sistema che sta ancora affrontando il numero di casi gravi”.

Contents.media
Ultima ora