×

Maddie McCann, procuratore tedesco: “Non abbiamo prove che sia morta”

Il procuratore tedesco che indaga sulla triste vicenda ha dichiarato che non vi sono prove della morte di Madeleine McCann

Maddie McCann

Madeleine McCann aveva solo 3 anni quando scomparve nell’estate del 2007, mentre era in vacanza a Praia de Luz, Portogallo, insieme ai genitori. A seguito delle indagini, la Polizia avrebbe individuato come potenziale responsabile un uomo tedesco e ultimamente sembra esserci qualche speranza che Madeleine McCann sia ancora viva.

Le dichiarazioni del detective

Il procuratore tedesco che indaga sulla triste vicenda della bimba inglese aveva commentato qualche settimana fa la svolta nelle indagini, esprimendo scetticismo in merito alla possibilità di ritrovare Maddie ancora in vita, tanto da affermare: “Pensiamo che sia morta“. Adesso, invece, sempre secondo il pubblico ministero tedesco sembra esserci qualche barlume di speranza che Madeleine McCnn sia ancora viva.

Hans Christian Wolters, portavoce della procura di Braunschweig, ha infatti riferito che i procuratori non hanno “prove che Maddie sia morta”.

Nel corso di un’intervista rilasciata al Sunday Mirro, inoltre, ha affermato che non essendoci “prove forensi potrebbe esserci un po’ di speranza (che sia viva). Non vogliamo uccidere la speranza e poiché non ci sono prove forensi potrebbe essere teoricamente possibile”.

A proposito delle indagini, ricordiamo che nuove segnalazioni e indizi hanno portato gli inquirenti ad indicare Christian Breuckner come principale sospettato per la scomparsa della bambina. Il 43enne, che al momento si rifiuta di collaborare con gli inquirenti, all’epoca viveva ad Algarve, in Portogallo, e il suo cellulare ha ricevuto una telefonata di mezz’ora a Praia da Luz circa un’ora prima della scomparsa della bambina.

A tal proposito Wolters ha dichiarato: “La telefonata fatta dall’indagato potrebbe essere tra lui e un membro del personale che gli ha detto quando entrare nell’appartamento dei McCann”.

Contents.media
Ultima ora