×

Bambino costretto a bere grandi quantità d’acqua dai genitori: morto

I genitori di un bambino di 11 anni hanno costretto il piccolo a bere ingenti quantità di acqua fino a farlo morire per intossicazione idrica.

Bambino costretto a bere acqua dai genitori

Tragedia in Colorado, dove un bambino di 11 anni è stato trovato morto nella sua abitazione dopo che i genitori lo avevano costretto a bere ingenti quantità di acqua. Ora la coppia dovrà rispondere delle accuse di abuso e maltrattamento su minori e martedì 23 giugno 2020 sarà trasferita nella prigione della contea di El Paso.

Bambino morto costretto a bere acqua

Zachary Sabin, questo il nome della vittima, è stato trovato pieno di lividi sulla testa, le braccia e le gambe. I genitori, Ryan Sabin di 41 anni e Tara Sabin di 42, lo avrebbero forzato a ingerire litri e litri d’acqua perché a loro detta “le sue urine erano scure e maleodoranti“.

Stando a quanto riportato da media locali avrebbe bevuto quattro bottiglie da circa un litro ciascuna.

Una tortura a cui era sottoposto ogni giorno e di cui aveva provato a lamentarsi con i genitori che però avevano reagito con banalizzazioni e continuando ad obbligarlo nella pratica. Spesso il padre, un militare, lo incitava ad andare avanti come faceva lui nell’esercito.

Dopo un’infinita serie di maltrattamenti comprendenti anche percosse e digiuno, alla fine Zachary non ha retto ed è deceduto per intossicazione idrica forzata. Secondo i risultati dell’autopsia avrebbe iniziato a vomitare per poi accasciarsi, non riuscire più a parlare e perdere schiuma e sangue dalla bocca.

Sintomi che hanno spinto il padre a chiamare un’ambulanza, ma ormai era troppo tardi.

Contents.media
Ultima ora