×

Coronavirus in Portogallo, nuovo lockdown a Lisbona: 259 casi in 24 ore

Condividi su Facebook

Il governo del Portogallo ha varato nuove misure restrittive per la regione di Lisbona dopo un aumento dei casi di coronavirus nelle ultime 24 ore.

coronavirus-portogallo

A partire dalla giornata del 23 giugno sono entrate in vigore in Portogallo una serie di nuove misure restrittive anti coronavirus, dopo che nelle ultime 24 ore diversi focolai sono esplosi in diverse zone del Paese. Ad essere interessata dalle restrizioni è l’Area Metropolitana di Lisbona, la più piccola ma anche la più densamente popolate della nazione, dove non saranno autorizzati assembramenti con più di dieci persone al fine di evitare un’ulteriore diffusione del virus.

Coronavirus, nuovo lockdown in Portogallo

A destare particolare preoccupazione nelle autorità portoghesi è soprattutto un focolaio di 90 nuovi contagi scoppiato nella regione dell’Algarve dopo una festa clandestina organizzata presso il Club Deportivo de Odiáxere, nella cittadina di Lagos. Altri 16 positivi sono stati riscontrati invece nelle ultime ore tra i dipendenti del Santuario di Fatima, nella città di Ourém.

Complessivamente, nelle ultime 24 ore sono 259 i nuovi contagi registrati in Portogallo, che si aggiungono ai 39mila casi avvenuti dall’inizio della pandemia.

Per cercare di stroncare sul nascere quella che potrebbe presto rivelarsi una seconda ondata di coronavirus, nella giornata del 22 giugno il Primo Ministro Antonio Costa ha annunciato una serie di misure contenitive: “Il governo del Portogallo approverà una norma che dispone sanzioni amministrative per coloro che organizzano o partecipano ad assemramenti non consentite dalla legge.

Nell’area metropolitana di Lisbona verrà istituito il limite massimo di 10 persone per gruppo. Le riunioni rappresentano un grave rischio per la salute pubblica”.

Sempre Costa ha inseguito aggiunto: “All’incontro con i presidenti dell’area metropolitana di Lisbona (AML) e dei consigli municipali di Loures, Odivelas, Sintra e Amadora è stato deciso di applicare nuove misure restrittive all’AML, che entreranno in vigore alla mezzanotte del 23 giugno”.

Tra le misure è stata inoltre disposta la chiusura dei negozi alle ore 20 ad eccezione dei ristoranti, nonché il divieto di consumare bevande in pubblico.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.