×

Coronavirus, 105mila morti confermati in America Latina

Condividi su Facebook

La pandemia di coronavirus spaventa tutta l'America Latina. Gli ultimi dati confermano la situazione critica in Brasile.

coronavirus america latina

Sono ormai circa 105mila i morti confermati per coronavirus nell’America Latina. 34 nazioni e territori latinoamericani sono stati investiti dalla pandemia e per il momento non si vede ancora la luce in fondo al tunnel. I contagiati complessivi sono oltre 2 milioni e 200mila.

In un solo giorno i decessi causati dalla Covid-19 sono aumentati di 1800 mentre i casi positivi hanno avuto un’impennata pari ad oltre 58mila.

Coronavirus, la situazione in America Latina

Il Brasile è secondo al mondo sia per contagi (1.228.114, +39.483) che per morti (54.971, +1.141) solamente agli Stati Uniti.

Subito dopo il Brasile ci sono il Perù (268.602 e 8.761) ed il Cile (259.064 e 4.903). Sette paesi seguono con contagi superiori ai 20mila: Messico (202.951 e 25.060), Colombia (80.599 e 2.654), Ecuador (53.156 e 4.343), Argentina (52.457 e 1.150), Repubblica Dominicana (29.141 e 698), Panama (28.030 e 537) e Bolivia (27.487 e 876).


L’indagine a San Paolo

Il Comune di San Paolo ha terminato da poco una massiccia campagna di test sierologici. I risultati sono stati sconcertanti. Secondo una stima in città è stato infettato il 9,5% degli abitanti della megalopoli, ovvero circa 1,2 milioni di cittadini.

La cifra dev’essere ancora confermata per la città più grande, ricca e popolosa del Brasile. Significherebbe però che solamente a San Paolo c’è lo stesso numero di casi positivi registrati dal ministero della Sanità in tutto il Paese.

Una mascherina per Bolsonaro

Continua nell’America Latina a far discutere la politica del presidente del Brasile Jair Bolsonaro sul coronavirus. Si è arrivati ad ordinare al presidente di indossare in pubblico la mascherina pena una multa.

La decisione è stata presa dal giudice federale di Brasilia Renato Borelli.

Giornalista, copywriter, social media manager, esperto di comunicazione. Ho lavorato per Il Mattino e sono stato caporedattore centrale de il Gazzettino vesuviano. Laureato in Scienze della Comunicazione, ho conseguito un Master in Ufficio Stampa, Digital Pr e Influencer Marketing per la Cultura. Con la mia tesi su “La crisi del giornalismo” ho vinto il Premio Nazionale Nostalgia di Futuro organizzato da Fieg. Collaboro con iGv Network, con Antimafia Duemila, con Media Duemila e sono il fondatore di Effequadro.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Francesco Ferrigno

Giornalista, copywriter, social media manager, esperto di comunicazione. Ho lavorato per Il Mattino e sono stato caporedattore centrale de il Gazzettino vesuviano. Laureato in Scienze della Comunicazione, ho conseguito un Master in Ufficio Stampa, Digital Pr e Influencer Marketing per la Cultura. Con la mia tesi su “La crisi del giornalismo” ho vinto il Premio Nazionale Nostalgia di Futuro organizzato da Fieg. Collaboro con iGv Network, con Antimafia Duemila, con Media Duemila e sono il fondatore di Effequadro.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.