×

Sparatoria a Louisville, un morto a manifestazione contro la polizia

Condividi su Facebook

È di un morto e di un ferito il bilancio di una sparatoria avvenuta a Louisville, negli Usa, durante una manifestazione di protesta contro la polizia.

sparatoria-louisville

È di un morto e di un ferito il bilancio di una sparatoria avvenuta a Louisville, nello stato del Kentucky, durante una manifestazione di protesta contro la polizia per la morte dell’afroamericana Breonna Taylor. Secondo i testimoni presenti, l’uomo avrebbe sparato decine di colpi mentre i partecipanti alla protesta scappavano in preda al panico, ma al momento non ci sono informazioni su un eventuale arresto dell’attentatore.


Sparatoria a Louisville, un morto e un ferito

La sparatoria è avvenuta nella serata del 27 giugno nella zona di Jefferson Square Park, dove poco prima si era tenuta una manifestazione contro la polizia sull’onda delle proteste che stanno attraversando gli Stati Uniti a seguito della morte di George Floyd.

La manifestazione di Louisville era stata organizzata per commemorare la memoria di Breonna Taylor, uccisa dalla polizia lo scorso 3 marzo proprio nella città del Kentucky.

In un video reso pubblico sui social network è possibile inoltre vedere l’attentatore mentre spara alcuni colpi contro la folla.

Le immagini non sono molto definite ma si capisce che si tratta di un uomo bianco con uno zainetto sulla schiena, utilizzato probabilmente per contenere ulteriori munizioni.

Il commento della polizia

Intorno alle ore 23:30, il portavoce del dipartimento di polizia di Louisville, Lamont Washington, ha dichiarato: “Gli agenti hanno sgombrato completamente il parco e hanno messo in sicurezza l’intera area in modo che gli agenti possano condurre le indagini sulla sparatoria.

[…] Gli investigatori stanno cercando di raccogliere quante più informazioni possibili al fine di identificare tutti coloro che sono stati coinvolti nell’incidente”.

In merito all’accaduto è intervenuto anche il sindaco di Louisville Greg Fischer, che poche ore dopo ha twittato: “Sono profondamente rattristato per la violenza esplosa al Jefferson Square Park, dove si erano raccolti coloro che stavano esprimendo le loro preoccupazioni.

È una tragedia che una protesta pacifica si sia trasformata in una scena del crimine”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.