×

Coronavirus, negli Stati Uniti oltre 130mila morti

Condividi su Facebook

Il Coronavirus non si placa e si registra un incremento dei morti negli Stati Uniti: sfondata quota 130mila.

coronavirus stati uniti
Coronavirus negli Stati Uniti oltre 130mila morti

Non solo negli Stati Uniti continua a preoccupare la diffusione del Coronavirus dove sono in aumento il numero di morti. In Australia, per esempio, il confine tra i due stati più popolosi (Victoria e New South Wales), verrà chiuso dopo il picco di casi Covid-19 registrati a Melbourne.

L’epidemia scoppiata nella capitale di Victoria ha visto centinaia di casi nelle ultime due settimane, oltre il 95% delle nuove infezioni australiane. Finora, i due stati avevano mantenuto i confini aperti anche quando altri li avevano chiusi. La chiusura, a partire da mercoledì, limiterà il viaggio a tutti coloro che avranno i permessi.

Coronavirus: il dato dei morti negli Stati Uniti

Il Coronavirus non si placa e aumenta la sua forza dirompente in diversi territori del mondo: a preoccupare sono sempre gli Stati Uniti dove i morti per Covid-19 hanno superato quota 130 mila (130.101 per l’esattezza).

Questi dati emergono dagli studi realizzati dalla Johns Hopkins University. I casi sono invece 2.911.888 e continuano a crescere in 32 Stati su 50.

L’India registra a oggi 697.413 casi accertati di Coronavirus, superando la Russia (680.283) e diventando il terzo paese al mondo per numero di contagi dietro a Stati Uniti (2.888.635) e Brasile (1.603.055). Il numero dei decessi totali nel paese asiatico è 19.268.

Intanto, in Brasile cresce la preoccupazione per Jair Bolsonaro che potrebbe essere positivo al virus.

L’Arabia Saudita

Particolare il caso dell’Arabia Saudita. A causa della pandemia di Covid-19, quest’anno il rito religioso del pellegrinaggio da La Mecca a Medina sarà compiuto da appena un migliaio di fedeli, già residenti in Arabia Saudita.

Secondo il nuovo protocollo reso noto dalle autorità saudite, i pellegrini non potranno toccare la Kaaba, la pietra nera considerata l’elemento più sacro dell’intero recinto della moschea di Mecca.

I fedeli dovranno poi rispettare il distanziamento sociale anche nei momenti, come le preghiere comunitarie, dove solitamente è previsto il massimo dell’affollamento. Tutti, pellegrini e steward, dovranno indossare mascherine per bocca e naso.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.