×

Scoperte stanze delle torture tra Olanda e Belgio: 6 arresti

Condividi su Facebook

Seghe, cesoie e molto altro nelle stanze delle torture scoperte dalla polizia in Olanda.

stanze delle torture olanda

A Wouwse Plantage, al confine tra Olanda e Belgio, le autorità dei Paesi Bassi hanno scoperto alcune stanze delle torture occultate all’interno di container trasformati in celle. Secondo una prima ricostruzione, dietro ci sarebbe una rete criminale internazionale dedita a rapimenti, riciclaggio e vari traffici illeciti.

Come riferito dalla Cnn, l’operazione ha condotto all’arresto di 6 persone nell’ambito di una inchiesta condotta da tempo dalla polizia britannica e dall’Europol e che ha già portato a centinaia di ordinanze di custodia cautelare.

Scoperte stanze delle torture in Olanda

Le stanze delle torture scoperte sono degne di un film dell’orrore: pannelli fonoassorbenti alle pareti, una sedia da dentista munita di cc, seghe e cesoie e una telecamera per il monitoraggio da remoto.

L’inchiesta è partita dopo che la polizia olandese è riuscita a infiltrarsi in una chat crittografata chiamata EncroChat, riuscendo a intercettare i piani della rete criminale. Le forze dell’ordine hanno anche perquisito una casa di Rotterdam che si ritiene possa essere la base dell’organizzazione. All’interno gli agenti hanno scoperto, fra l’altro, 24 chili di Ecstasy, tre furgoni rubati, due BMW, sette pistole e un fucile d’assalto. “In totale, abbiamo trovato 25 armi”, ha dichiarato la Procura olandese, che ritiene di avere sventato sul nascere una serie di rapimenti.


In merito ad EncroChat, maggiori chiarimento sono stati forniti dalla Cnn che ha citato a sua volta la National Crime Agency (NCA) del Regno Unito. “È un un servizio di messaggistica istantanea per telefoni cellulari, tipo Whatsapp. Ha circa 60mila utenti in tutto il mondo.

I criminali usano la chat per coordinare la distribuzione di droga, merce rubata, riciclaggio di denaro e per pianificare omicidi. L’operazione di decriptaggio ha coinvolto la polizia britannica in collaborazione con la polizia di molti altri paesi europei. Sulla base delle informazioni carpite dalle chat, la polizia ha già arrestato centinaia di persone e sequestrate 27 tonnellate di farmaci tra Regno Unito e Paesi Bassi”.

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.