×

Vaccino Covid, la proposta: “Infettare volontari per accelerare ricerca”

Condividi su Facebook

Infettare volontari per accelerare la ricerca di un vaccino contro il coronavius: è l'idea di un team di scienziati tra cui 15 premi Nobel.

coronavirus lockdown paesi
I Paesi che tornano al lockdown per il Coronavirus

É destinata a far discutere la tesi di 125 scienziati, fra cui 15 premi Nobel, che hanno proposto di infettare un gruppo di volontari per accelerare la ricerca di un vaccino sicuro ed efficace contro il coronavirus. L’idea è quella di farli entrare a contatto con l’infezione dopo averli sottoposti ad un vaccino sperimentale per vedere se offre loro una protezione.

“Infettare volontari per cercare un vaccino”

Si tratta di un approccio che secondo il direttore del programma vaccinale dell’Università di Oxford, che sta sviluppando un vaccino ad hoc con Irbm e AstraZeneca dovrebbe essere fattibile. L’unico modo per sapere se i 23 candidati vaccini contro il virus funzionano, hanno spiegato i ricercatori, è quello di vedere se un numero sufficiente di volontari vaccinati ed esposti all’infezione nella vita quotidiana non vengono infettati.

L’idea di fondo è che giovani volontari sani ricevano deliberatamente il coronavirus dopo il vaccino. Si tratterebbe di un’esposizione a rischi bassi e che per la società potrebbe avere benefici enormi, hanno specificato.

La lettera a sostegno di questo tipo di studi è stata firmata anche da 15 premi Nobel. Tra questi Mario Capecchi, Carol Greider, Lou Ignarro e Adrian Hill.

Secondo quest’ultimo questo tipo di studi potrebbe aver luogo nei prossimi mesi. Per il destinatario della missiva Francis Collins sono ancora in corso di discussione per vedere se siano fattibili. “Non sono sul tavolo per iniziare già a progettare un piano di sperimentazione“, ha sottolineato.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Contents.media