×

Oltre 900 donne scomparse in Perù durante il lockdown: l’allarme

Secondo l'Ufficio per i Diritti delle donne da quando è cominciata l'emergenza coronavirus in Perù sono scomparse centinaia di donne.

donne scomparse perù

In Perù è emergenza per le centinaia di donne scomparse dall’inizio del lockdown per il coronavirus (Covid-19). A lanciare l’allarme è stata Eliana Revollar, a capo dell’Ufficio per i Diritti delle donne del Difensore civico nazionale. Stando a quando affermato da Revollar in Perù, dove persiste un terribile problema di violenza domestica, da quando è cominciata la quarantena oltre 900 donne e ragazze sono scomparse.

Si teme possano essere morte.

Donne scomparse in Perù: è emergenza

La crisi riguardante le donne scomparse in Perù si è acuita con il coronavirus. Le famiglie sono state confinate in casa, le persone stanno perdendo il lavoro e l’emergenza sanitaria non accenna a placarsi. “Durante la quarantena, – ha spiegato Eliana Revollar – dal 16 marzo al 30 giugno, 915 donne in Perù sono state segnalate come disperse e si teme che siano morte”.

Ben il 70% di esse è minorenne.

La polizia si rifiuta di indagare

Prima dell’epidemia di coronavirus ogni giorno sparivano 5 donne in Perù. Sono diventate 8 al giorno dall’inizio del lockdown nel Paese andino da 33 milioni di abitanti. Revollar ha spiegato di stare cercando di creare un registro delle persone scomparse. La situazione, però, è particolarmente complicata. Gruppi per i diritti delle donne e Ong hanno denunciato che spesso la polizia si rifiuta persino di indagare sui casi di violenza domestica.

Solsiret Rodriguez

A gennaio, tre anni dopo la sua scomparsa, è stato ritrovato il corpo senza vita di Solsiret Rodriguez, studentessa universitaria e attivista per i diritti e la sicurezza delle donne. L’anno scorso ci sono state 166 uccisioni di donne in Perù. Ci sono state poco meno di 30mila chiamate per denunciare la violenza domestica secondo il Governo.

Contents.media
Ultima ora