×

Una grave infezione gli fa perdere il pene: gli ricresce sul braccio

Condividi su Facebook

Nel 2014 perde il pene a causa di una grave infezione. Sei anni dopo ne ha uno artificiale: ma sul braccio destro.

perde pene ricostruito braccio
Perde il pene e gli viene ricostruito sul braccio destro

Sembra una storia paranormale, ma è del tutto vera e arriva dall’Inghilterra. Un uomo, Malcolm MacDonald, ha perso il pene a causa di una grave infezione. Ma per quattro anni ha potuto vantarne uno unico al mondo e in una posizione del tutto inedita: un pene artificiale penzolante sul braccio destro.

Lo sfortunato protagonista di questo evento, un meccanico di Norfolk, nel 2014 ha dovuto fare i conti con una grave infezione al perineo ritrovandosi con l’organo maschile completamente scuro: il pene, a causa della malattia, gli è caduto improvvisamente a terra. MacDonald, a causa dell’evento, è crollato in una forte disperazione che lo ha portato a sfogare le sue frustrazioni sull’alcol. Poi, un’equipe medica gli ha suggerito un intervento chirurgico: 50mila sterline per ricostruire un nuovo pene.


Perde il pene e glielo ricostruiscono sul braccio

A curare l’operaio è stato David Ralph, un medico a capo di una equipe dell’University College Hospital di Londra, ribattezzato in patria come il ‘maestro del pene’. Nel 2016 gli è stata spiegata tutta la procedura di innesto al paziente: il pene artificiale ricostruito sarebbe dovuto rimanere sul braccio per poi spostarlo, due anni dopo, nella zona inguinale.

Per fare ciò è stato preso un lembo di pelle dal braccio sinistro di Malcom ed è stato arrotolato come un pene, comprensivo di vasi sanguigni e nervi. L’equipe medica ha realizzato un’uretra e installato due tubi gonfiati con una pompa manuale per avere un’erezione meccanica.

Malcolm ne è stato pienamente soddisfatto tanto da ribattezzarlo con il nome Jimmy. Poi, però, il problema: oltre alle canoniche tempistiche, i ritardi del sistema sanitario britannico hanno costretto il meccanico ad attendere altri 2 anni.

Come se non bastasse, la pandemia da Coronavirus ne ha rallentato il passaggio da braccio a inguine. “Meglio prenderla a ridere” ha commentato il malcapitato protagonista di questa strana vicenda: perde il pene ma lo può ammirare sul proprio braccio.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.