×

Tre naufraghi su un’isola deserta si salvano con un SOS sulla sabbia

Soli su un'isola deserta nel Pacifico, i 3 naufraghi si sono salvati grazie alla scritta SOS incisa sulla sabbia.

naufraghi isola deserta sos

Una storia degna in un film di Hollywood quella di tre naufraghi, dispersi su una piccola isola deserta dell’Oceano Pacifico, che sono stati salvati grazie ad una grande scritta “SOS” che gli stessi avevano scavato snella sabbia. Stando a quanto riportato da la CNN, i tre uomini micronesiani erano partiti giovedì 30 luglio su una barca a motore con l’intenzione di viaggiare fino all’atollo di Pulap, a circa 40 km di distanza, ma hanno perso la rotta e, ben presto, esaurito il carburante.

Sono così finiti sulla piccola e disabitata isola di Pikelot, a 190 chilometri dalla destinazione prevista, secondo le autorità statunitensi e australiane.

SOS: naufraghi salvati su isola deserta

Immediate erano partite le ricerche da parte dei soccorritori e, dopo tre giorni, sono stati individuati da una nave cisterna dell’Aeronautica militare americana KC-135 che opera dalla base aeronautica di Andersen, Guam.

“Eravamo verso la fine del nostro giro”, ha detto nel post il pilota del KC-135, il tenente colonnello Jason Palmeira-Yexb. “Ci siamo voltati per evitare alcuni rovesci di pioggia – ha aggiunto – ed è allora che abbiamo guardato in basso e abbiamo visto un’isola, quindi abbiamo deciso di dare un’occhiata e in quel momento abbiamo visto la scritta SOS e una barca proprio accanto ad essa sulla spiaggia.

Da lì abbiamo chiamato l’esercito australiano perché avevano due elicotteri nelle vicinanze che potevano sbarcare sull’isola”.

I tre naufraghi sono stati poi tratti in salvo da un velivolo che li ha raggiunti rapidamente. Erano assetati e affamati, ma per il resto in buone condizioni di salute. I tre sono poi stati riportati a Pulawat da un’imbarcazione degli Stati Federati di Micronesia.

Contents.media
Ultima ora