×

Esplosione Beirut, arrestato il direttore del Porto

Il direttore del porto di Beirut è stato arrestato: sapeva del deposito e avrebbe, a suo dire, informato la magistratura.

Il direttore del Porto di Beirut arrestato, Hassan Koraytem,
Il direttore del Porto di Beirut arrestato, Hassan Koraytem

Hassan Koraytem, direttore del Porto di Beirut, è stato arrestato a seguito delle indagini che le autorità libanesi stanno conducendo riguardo la devastante esplosione che ha riguardato la capitale libanese lo scorso 4 agosto. Lo conferma la Abc, che riporta che lo stesso Koraytem fa parte dei 16 indagati per l’esplosione di Beirut, a 7 delle quali la magistratura ha congelato i conti correnti, tra cui quelli del medesimo direttore del porto di Beirut arrestato e il capo della dogana, Badri Daher.

Direttore del porto e capo della dogana che adesso si difendono, dicendo di aver inviato diverse lettere alla magistratura chiedendo a più riprese la rimozione del deposito di nitrato di ammonio nel Porto di Beirut: 6 anni in cui il materiale- usato come fertilizzante ma anche come composto negli esplosivi- è stato tenuto segregato senza alcuna misura di sicurezza fino alla detonazione che ha provocato la morte di 137 persone (alcune fonti parlano di 157 le vittime) tra cui una donna italiana di 92 anni.

Beirut, arrestato direttore Porto

Nelle ultime ore la magistratura libanese ha interrogato 18 persone tra autorità doganali e portuali emettendo 16 mandati di arresto, tra cui compare anche il direttore del Porto di Beirut. Intanto la protesta è montata attorno all’area del Parlamento libanese, vuoi per le ultime notizie sull’esplosione di Beirut (il cui ultimo bilancio di vittime e feriti è enorme) o forse dettata dagli attimi di paura che hanno vissuto i cittadini di Beirut e che adesso esplode in tutta la sua rabbia.

La polizia libanese ha dovuto usare i lacrimogeni per disperdere la folla e alcuni manifestanti sono risultati feriti durante gli scontri.

Gli abitanti di Beirut intanto si danno appuntamento domani sabato 8 agosto dove nella capitale libanese è prevista una grande protesta antigovernativa: l’evento delittuoso dell’esplosione è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso del paese del Cedro, ricolmo da anni di una crisi economica devastante.

Contents.media
Ultima ora