×

Coronavirus, a Madrid centinaia in piazza contro la mascherina

Condividi su Facebook

I contagi da coronavirus salgono ma a Madrid sono scese in strada centinaia di persone contro la mascherina.

Coronavirus Madrid
Coronavirus Madrid

I contagi da coronavirus stanno aumentando in diversi Paesi del mondo ma, nonostante questo, a Madrid sono scese in strada centinaia di persone per manifestare contro l’utilizzo della mascherina. Le regole sulla mascherina in questi giorni stanno cambiando e in molti luoghi è tornata ad essere obbligatoria anche all’aperto, proprio per cercare di contenere il più possibile la diffusione del coronavirus.

Molte persone, però, non sono d’accordo con questa regola e hanno deciso di esprimere il loro dissenso.

Coronavirus: manifestazione a Madrid

Sono centinaia le persone che hanno deciso di scendere in piazza a Madrid per una manifestazione contro l’uso della mascherina. La maggior parte di queste persone, ovviamente, non indossava il dispositivo di protezione individuale che deve essere usato per contenere la diffusione del coronavirus. Un vero e proprio affronto alle regole, visto che in Spagna la mascherina è obbligatoria anche all’aperto, come in Italia nell’orario serale e notturno.

Le persone che non sono d’accordo riguardo l’uso di questo dispositivo sono tantissime e hanno esposto anche moltissimi cartelloni durante il corteo.

Nei cartelli si leggevano diverse frasi: “Nati per essere liberi“, “Il virus non esiste“, “La mascherina uccide” oppure “Non abbiamo paura“. La voglia di tornare alla libertà e alla vita normale è così grande da spingere ad organizzare una manifestazione grazie ai social network. La folla si è riunita al grido di “Libertà” sotto la bandiera spagnola di Plaza de Colon, nel centro di Madrid.

A sostenere questo corteo anti-mascherina è stato anche il cantante Miguel Bosé. Il famoso artista, infatti, ha promosso l’evento con un video pubblicato su Twitter.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Ermanno
17 Agosto 2020 18:45

Fanno bene perché le mascherine come sta scritto sul verbale n 12 e n 39 del cts se non sono ffp2 o ffp3 non sono ne dispositivi medici ne dispositivi di protezione individuale cioè sono inutili.


Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.