×

Wisconsin, polizia spara sette colpi alla schiena di un afroamericano

Condividi su Facebook

Due agenti sono stati sospesi dopo la pubblicazione di un video di una sparatoria a un afroamericano a Kenosha, Wisconsin. Da accertare le cause.

wisconsin polizia spara afroamericano

A tre mesi dalla morte dell’afroamericano George Floyd, la polizia spara a un uomo in Wisconsin e subito il caso scuote gli Usa che chiedono giustizia. Gli agenti incriminati sono in congedo, mentre le autorità statali indagano sul motivo dell’episodio.

Stando a quanto riporta la Cnn, l’uomo è stato colpito davanti ai suoi figli.

Visualizza questo post su Instagram

⚠️ TRIGGER WARNING: Jacob Blake was shot 7 times in the back in front of his children by Kenosha police. Now scroll to the last video to see how a cop treats a white man who assaulted and chased him. BLACK LIVES MATTER

Un post condiviso da Saint Hoax (@sainthoax) in data: 24 Ago 2020 alle ore 6:38 PDT

Wisconsin, la polizia spara ancora a un afroamericano

Il caso è scoppiato domenica 23 agosto a Kenosha, in una contea del Wisconsin.

L’uomo, un afroamericano attualmente in gravi condizioni, si chiama Jacob Blake. Non sono note le cause della sparatoria. Quello che è evidente è che un agente di polizia ha fermato l’uomo, per poi condurlo in un SUV. Con la portiera aperta, lo stesso agente ha sparato sette colpi alla schiena dell’uomo davanti ai tre figli di tre, cinque e otto anni. Sono stati i familiari a diffondere il video il giorno seguente, causando le proteste nella contea, al punto che le autorità hanno ritenuto di dover istituire un coprifuoco fino alla mattina di lunedì 24 agosto.

Il caso: abuso da parte della polizia?

Entrambi gli agenti coinvolti nel caso sono stati temporaneamente sospesi. Il dipartimento, infatti, sta procedendo a chiarire tutta la dinamica. Nel video si vede l’uomo che si avvicina al SUV zoppicando. Stando a quanto riferito dai testimoni, l’afroamericano era intervenuto per dirimere un violento litigio fra due donne. Il governatore Tony Evers ha dichiarato che Blake “è stato colpito alla schiena più volte, in pieno giorno” aggiungendo che non si tratta del primo caso.

Dopo la sparatoria, gli agenti hanno prestato soccorso all’uomo prima che venisse trasportato presso l’ospedale Froedtert di Milwaukee in aereo. Ma cosa è successo? Il dipartimento di polizia della contea chiarirà se si è trattato di abuso e di uso eccessivo della forza.

Non cessano le proteste contro la polizia

Già prima della sparatoria a Jacob Blake, negli Usa non si erano placate le proteste a seguito dell’uccisione di George Floyd: proteste che avevano spinto il presidente a firmare una nuova riforma della polizia lo scorso giugno.

Eppure, sono molteplici i casi che, nelle ultime settimane, hanno rivelato una continuità nei trattamenti violenti a persone di colore, non solo negli Usa. L’ultimo caso risale ai primi di agosto a Vicenza: mostra un poliziotto che immobilizza un ragazzo di origine cubana con una manovra che ricorda quella costata la vita a George Floyd.

Anche in quel caso, un video su Instagram ha “incastrato” colui che è stato accusato di aver fatto un utilizzo eccessivo della forza.

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Grieco

Lucano classe 1987, archeologo di formazione, ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, e collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.