×

Birmingham, diverse persone accoltellate nel quartiere Gay Village

La polizia ha ricevuto diverse segnalazioni di persone accoltellate a Birmingham, ma ancora non si conosce il numero esatto di feriti.

birmingham e1599377989323 768x444

Secondo quanto riferisce la polizia di Birmingham, nella notte tra sabato 5 settembre e domenica 6 settembre diverse persone sarebbero state accoltellate nei pressi del quartiere Gay Village. Al momento la polizia non è in grado di stabilire un numero esatto di feriti o vittime dell’incidente.

La zona è stata isolata. Si indaga su un presunto serial killer.

Persone accoltellate a Birmingham

Come riportato dai vari media inglesi, nel centro di Birmingham, nel Regno Unito, sarebbero state raccolte diverse segnalazioni di persone accoltellate. L’“importante incidente“, come definito dalla polizia inglese, sarebbe avvenuto nelal notte tra sabato 5 settembre e domenica 6 settembre, nei pressi del quartiere Gay Village, molto in voga e per la presenza di pub e locali.

In un tweet la polizia del West Midlands ha spiegato di aver ricevuto diverse segnalazioni di feriti per accoltellamento in quella zona dopo la mezzanotte. “Siamo a conoscenza di una serie di feriti, ma al momento non siamo in grado di dire quanti e quanto gravi“, così dichiara la polizia.

Ipotesi seriale?

In seguito gli agenti hanno isolato il quartiere e le due zone di Hurts street e Bromsgrove Street, molto frequentate per la movida.

Gli agenti hanno raccomandato alla popolazione di tenersi alla larga dalla zona degli accoltellamenti.

Al momento la polizia indaga, ma aspetta di certificare il numero di feriti, prima di seguire una pista precisa. Dati i precedenti però al momento pare non escludere la pista di un probabile gesto folle. Lo scorso giugno, infatti, c’era stato un altro accoltellamento a Reading, città di poco più di 230mila abitanti. In quel caso la polizia arrestò un 25enne che aveva ucciso tre persone, in preda ad un raptus nel parco Forbury Gardens, in seguito ad una manifestazione contro il razzismo.

Contents.media
Ultima ora