×

Collisione sfiorata tra 2 aerei Ryanair: cosa è accaduto nel 2018

Condividi su Facebook

Spunta un rapporto spagnolo relativo ad una sfiorata collisione tra 2 aerei Ryanair nel 2018: i due mezzi sono arrivati a soli 7,2 km di distanza.

Sfiorata collisione Ryanair

La Spagna ha reso noto un rapporto relativo ad una collisione sfiorata tra due aerei Ryanair avuta luogo nel primo pomeriggio del 2 ottobre 2018. Due mezzi hanno rischiato di scontrarsi in volo fino a quando un operatore francese non si è accorto di alcuni errori tecnici e ha permesso di evitare la tragedia.

Collisione sfiorata tra aerei Ryanair

Si tratta di due Boeing 737, uno dei quali decollato da Santiago di Compostela e diretto a Palma di Maiorca con a bordo 184 individui e l’altro partito da Siviglia con direzione Tolosa con 160 persone. Secondo quanto riportato nell’informativa tecnica la colpa sarebbe da addurre a due controllori, uno dei quali neoassunto e l’altro appena tornato dalle ferie.

Entrambi gli aerei erano inizialmente in contatto con quest’ultimo che si stava occupando di sorvegliare i cieli di Pamplona dal centro di controllo d’area di Madrid.

Dopo sei minuti il volo diretto a Tolosa è stato trasferito al controllore dell’area di Saragozza nonostante fosse ancora nella zona di competenza dell’altro. A questo punto i due mezzi avevano referenti diversi nonostante viaggiassero alla stessa quota e verso lo stesso nodo. Andando uno verso l’altro, sono arrivati a superare la distanza minima tollerabile, cosa che avrebbe dovuto far scattare il sistema di allarme sugli schermi dei controllori da terra.

Il sistema però non ha funzionato e così i due Boeing hanno continuato ad avvicinarsi fino a trovarsi ad una distanza orizzontale pari a 16 mila metri ma una separazione verticale pari a zero.

Un francese si accorge dell’errore

Fortunatamente un controllore francese dell’area di Bordeaux si è accorto della loro vicinanza e ha contattato il collega che monitorava la zona di Pamplona. Il quale, stando a quanto si legge, non si sarebbe accorto del pericolo così come quello di Saragozza.

Il controllore spagnolo ha così fatto scendere l’aereo decollato da Santiago di circa 10 mila piedi, senza però inserire l’indicazione nel sistema. Ignaro, anche il collega di Saragozza ha dato la stesso ordine al mezzo diretto a Tolosa, col risultato che entrambi gli aerei sono scesi ad una quota simile.

Fino a quando nella cabina di pilotaggio di questo volo non è scattato l’avviso di pericolo del sistema di allerta del traffico ed elusione di collisione.

I due mezzi si trovavano infatti ad una distanza di 7,2 chilometri e ad una differenza di quota di 85 metri: uno è dunque salito e l’altro è sceso, evitando uno scontro che sarebbe potuto risultare fatale.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.