> > Texas, scoperta ameba mangia-cervello nella rete idrica

Texas, scoperta ameba mangia-cervello nella rete idrica

Texas

In Texas alcuni test hanno permesso di scoprire la presenza del parassita nella rete pubblica.

Situazione particolarmente allarmante in Texas a causa della scoperta di un’ameba mangia-cervello nella rete idrica della zona.

La vicenda ha immediatamente fatto scattare il divieto assoluto di utilizzare l’acqua del rubinetto. I controlli sono scattati dopo l’8 settembre, quando è morto Josiah McIntyre, un bambino di 6 anni il cui cervello è stato attaccato da un’ambata che lo ha consumato dall’interno.

Ameba mangia-cervello in Texas

Dopo la morte di Josiah, i residenti della cittadina Lake Jackson, in Texas, sono stati avvisati di non usare l’acqua del rubinetto, visto che l’ameba mangia-cervello, che è letale, è stata trovata nella rete idrica pubblica della città.

Si tratta di un terribile parassita che solitamente prolifera nell’acqua, tanto che in Florida un 13enne è morto dopo esserci entrato in contatto a causa di una nuotata in un lago. Si chiama Naegleria fowleri e i test hanno confermato la sua presenza nel sistema, come è stato riportato dalla Bbc.

Le infezioni di questo tipo restano molto rare negli Stati Uniti. Tra il 2009 e il 2018 sono state segnalate 34 infezioni di questo genere.

I funzionari di Lake Jackson stanno disinfettando l’approvvigionamento idrico, ma non hanno ancora idea di quanto potrebbe volerci. Per il momento il divieto di utilizzo dell’acqua del rubinetto è stato sostituito dall’ordine di consumare l’acqua solo dopo averla bollita. Le autorità, nella cittadina, hanno messo a disposizione centinaia di casse di acqua potabile, chiusa in bottiglia.