×

Cina, 5 mila animali morti in attesa di essere spediti

Condividi su Facebook

Macabra scoperta in Cina dove, all'interno di un deposito, sono stati trovati 5 mila animali morti all'interno di scatoloni

Cina, animali morti all'interno di un deposito: lasciati senza acqua nè cibo

Circa 5 mila animali morti sono stati trovati ammassati all’interno di scatoloni. Erano pronti per essere spediti, ma intanto sono stati lasciati senza cibo né acqua. La macabra scoperta è stata fatta in Cina e, più precisamente, scoperta in una struttura di Dongxing Logistics a Luohe, nella provincia di Henan.

In quei scatoloni c’erano diversi esemplari: cani, gatti, conigli, porcellini d’india ed altri ancora. Erano ammassati come fossero degli oggetti pronti per essere imballati e spediti. Solo circa 200 animali sono stati recuperati vivi e miracolosamente salvati. Un giorno di ritardo e anche per loro non ci sarebbe stato nulla da fare.

Animali morti: a rischio salute pubblica

A denunciare l’accaduto è stata la responsabile di un gruppo dedito al salvataggio e alla tutela degli animali.

Pare che la morte degli animali sia stata classificata come un errore comunicazione nella catena di approvvigionamento di animali vivi in Cina. La società che si è occupata della spedizione degli animali ha dichiarato di non essere a conoscenza dell’accaduto. Si tratta di un orrore che ha sconvolto gli animalisti cinesi già sul piede di guerra per i moltissimi episodi di maltrattamenti di animali che si registrano nel Paese. Per la rappresentate del gruppo per il salvataggio degli animali, si tratta di un fatto ancor più grave se si considera che si è registrato in periodo di pandemia.

Non si tratta quindi solo di maltrattamento di animali, ma di attentato alla salute pubblica

Giornalista pubblicista dal 2006, collabora con il quotidiano La Sicilia ed è direttore del quotidiano online Novetv.com. Ha firmato articoli anche per il FattoQuotidiano.it, nel 2018 ha vinto il premio internazionale Luchetta per un'inchiesta sul caporalato. Autore del libro "L'Infanzia Negata" edito da Albatros.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Carmelo Riccotti La Rocca

Giornalista pubblicista dal 2006, collabora con il quotidiano La Sicilia ed è direttore del quotidiano online Novetv.com. Ha firmato articoli anche per il FattoQuotidiano.it, nel 2018 ha vinto il premio internazionale Luchetta per un'inchiesta sul caporalato. Autore del libro "L'Infanzia Negata" edito da Albatros.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.