×

Trump potrebbe essere dimesso: lui rassicura in due video

Condividi su Facebook

Sulle condizioni di salute di Donald Trump i medici rimangono "cautamente ottimisti", ma specificano che il presidente non è ancora fuori pericolo.

Nonostante le rassicurazioni dello stesso Donald Trump, i medici che lo hanno in cura presso l’ospedale militare Walter Reed preferiscono non definire ancora il presidente fuori pericolo, manifestando comunque un cauto ottimismo in merito alle sue condizioni di salute.

Trump, trovato positivo al coronavirus lo scorso 1 ottobre, ha tuttavia affermato di sentirsi meglio e di essere pronto a riprendere la campagna elettorale per le presidenziali di novembre.

Trump in un nuovo video, vi faccio una sorpresa

Il presidente Donald Trump si è mostrato nuovamente in un video nella serata (ora italiana) del 4 ottobre sottolineando di sentirsi molto meglio (tanto che nelle prossime ore i medici potrebbero addirittura dimetterlo) e rivelando di essere pronto a fare una sorpresa. Ha fatto una visita, a bordo di un’auto, ai suoi sostenitori che si trovano fuori dal Walter Reed Hospital, dove il presidente è ricoverato.

Trump ottimista sulle proprie condizioni

Nella giornata del 3 ottobre, il presidente degli Stati Uniti ha voluto parlare direttamente alla popolazione tramite un breve messaggio video in cui rassicura sulle proprie condizioni cliniche: “Sono venuto al Walter Reed perché non mi sentivo tanto bene, ma ora mi sento molto meglio e penso di tornare presto per proseguire la campagna elettorale ma il vero test sarà nei prossimi giorni”. Considerando il ruolo che ricopre all’interno delle istituzioni Usa Trump ha inoltre ritenuto inevitabile l’aver contratto il virus, spiegando che un uomo come lui non poteva starsene rinchiuso nella Casa Bianca mentre fuori la gente moriva di Covid-19: “Questa è l’America, questi sono gli Stati Uniti, siamo il più grande e il più potente Paese del mondo.

[…] Un vero leader deve affrontare i problemi.

Nel filmato, in cui si può vedere un Trump in giacca e camicia leggermente provato dalla malattia, il presidente ritorna più volte sull’appuntamento elettorale del prossimo 4 novembre, in cui si giocherà la propria rielezione contro il candidato del Partito Democratico Joe Biden: “Stiamo lavorando duro perché io torni, devo tornare perché dobbiamo ancora fare l’America di nuovo grande, abbiamo fatto un lavoro molto buono ma restano ancora alcuni passi, dobbiamo finire il lavoro”.

I medici: “Non ancora fuori pericolo”

Malgrado le affermazioni di Trump, il suo medico personale Sean Conley preferisce non sbilanciarsi sulle sue condizioni, specificando come l’equipe che lo sta seguendo è al momento: “Cautamente ottimista”, mentre il decorso clinico del presidente: Procede bene, con sostanziali miglioramenti. Ma non e’ ancora fuori pericolo”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.