×

Covid, ragazzo di 25 anni contagiato due volte: la seconda è più grave

Condividi su Facebook

Un ragazzo di 25 è stato contagiato due volte dal Covid-19. Con la seconda manifestazione del virus ha subito sintomi più gravi.

contagiato due volte covid

Un ragazzo di 25 anni del Nevada è stata contagiato due volte dal Covid-19. Il giovane era guarito dalla prima infezione ma un mese dopo i sintomi sono tornati a fare paura. Mancanza di respiro e basso livello di ossigeno nel sangue, queste le porblematiche più gravi della seconda manifestazione.

Covid, ragazzo contagiato due volte

La notizia del 25enne provoca riflessioni anche nel mondo scientifico. Se fino a poco tempo fa si pensava che, una volta contratto e sconditto il virus, si sarebbero manifestati nell’organismo quegli anticorpi che lo avrebbero reso immune da altri contagi, questa volta non è stato così. Anzi, per il ragazzo del Nevada (Usa), il secondo contagio è stato più pericoloso del primo

Il giovane non aveva alcun problema di salute pregresso.

Aveva contratto il virus per la prima volta il 25 marzo scorso e appena un mese dopo il Covid era stato sconfitto, come testimoniano i due tamponi effettuati il 9 e 26 maggio. Due giorni dopo, però, il ragazzo ha iniziato ad accusare nuovamente i sintomi e il 5 giugno, sottoponendosi a un nuovo tampone, ha verificato il nuovo contagio da Covid-19.

Questa volta, però, diversamente dalla prima, i sintomi sono stati molto più evidenti, tanto da portarlo a essere ricoverato per ipossia e mancanza di respiro. 

Le parole dei medici

Secondo il dottor Mark Pandori, dell’Università del Nevata, il fatto di aver contratto il virus ed essere guariti dallo stesso, non porta necessariamente a una protezione da eventuale contagi futuri. “La possibilità di reinfezioni potrebbe avere implicazioni significative per la nostra comprensione dell’immunità Covid-19”.

Rimane fondamentale continuare a seguire le linee guida relative al distanziamento sociale, all’uso dei dispositivi di sicurezza, come le mascherine, e il avaggio frequente delle mani.

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Maria Zanghì

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.