×

Covid-19, primo caso di improvvisa perdita dell’udito legato al virus

Condividi su Facebook

Una completa perdita dell'udito può essere causata dal Covid-19: un sintomo da non trascurare.

perdita udito

Il Covid-19 può causare una improvvisa perdita dell’udito. Fin dall’inizio della pandemia, tra i sintomi più comuni del virus, si è registrata una perdita dell’olfatto e del gusto, che permane anche dopo la guarigione. Adesso sembra tuttavia che la malattia possa coinvolgere anche il canale uditivo.

Il primo caso accertato è stato registrato nel Regno Unito.

La perdita dell’udito

La perdita improvvisa dell’udito è un fenomeno meno raro di quanto si possa pensare: i casi registrati sono circa 160 ogni 100mila persone ogni anno. Le cause possono essere ben diverse tra loro, tra cui anche infezioni virali come una semplice influenza o, appunto, il Covid-19. A lanciare l’allarme è stato un gruppo di medici del Regno Unito, che in un articolo pubblicato sulla rivista BMJ Case Reports ha illustrato la dinamica di un caso di questo genere.

Il paziente, un uomo di 45 anni affetto da asma, ha registrato una improvvisa perdita dell’udito dopo essere stato curato dal Covid-19 con farmaci come il remdesivir ed alcuni steroidi, oltre che con delle trasfusioni. L’uomo, fino alle dimissioni, non aveva registrato alcun problema uditivo. Soltanto a casa, dopo qualche giorno, ha iniziato a soffrire di ipoacusia, con un ronzio nell’orecchio e successivamente la completa perdita dell’udito.

Il quarantacinquenne è stato curato con compresse di steroidi e la situazione è migliorata. L’otorinolaringoiatra, indagando in merito alle cause del problema, non avrebbe trovato alcuna origine diversa dall’infezione da Covid-19.

Non un caso isolato

Secondo quanto riportato dai medici inglesi non si tratterebbe di un caso isolato. Anche nei corpi di alcuni pazienti deceduti dopo avere contratto il Covid-19, infatti, è stato registrato che il virus aveva attaccato le orecchie e, in particolare, le cellule che rivestono l’orecchio medio. 

Già nei primi mesi della pandemia uno studio effettuato su 20 pazienti asintomatici, senza precedenti problemi di udito, aveva dimostrato che la loro capacità uditiva era peggiorata.

Nei casi più gravi si arriva dunque ad una otite acuta e a una completa perdita dell’udito.

Il mancato trattamento dei sintomi potrebbe far sì che tale problema si trasformi da temporaneo a permanente, per cui in tali casi sarebbe fondamentale sottoporsi alle cure necessarie per ottenere nuovamente le proprie capacità uditive.

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Ferrara

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.