×

Covid-19, l’Oms boccia l’immunità di gregge: “Pericolosa e immorale”

Condividi su Facebook

"L'immunità di gregge non è mai stata usata come una strategia per rispondere ad un'epidemia ", dice il direttore generale dell'Oms.

immunità di gregge

Per l’immunità di gregge arriva la bocciatura anche da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Giorni fa a contrastare l’idea secondo cui le persone sane dovrebbero contrarre il Covid-19 al fine di sviluppare gli anticorpi necessari a combattere la malattia era stato un gruppo di 80 esperti attraverso una lettera pubblicata su The Lancet.

Eppure, diversi paesi sembrano intenzionati a perseguire tale via. Tra questi gli Stati Uniti, guidati dal presidente Donald Trump, il quale più volte ha inneggiato all’immunità di gregge paragonando il Covid-19 ad una semplice influenza.

Il tweet dell’Oms

Il parere dell’Organizzazione mondiale della sanità in merito, tuttavia, è ben chiaro. L’Oms ha ricondiviso su Twitter la lettera pubblicata pochi giorni fa da medici, biologi, virologi, psicologi, psichiatri e esperti di politiche sanitarie per ribadire l’impossibilità di utilizzare tale pratica per combattere il Covid-19.

L’immunità di gregge, senza protezione dal virus, è pericolosa e immorale“, ha scritto nel tweet Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms.

<script>

Tedros Adhanom Ghebreyesus stesso qualche giorno fa aveva spiegato in un’intervista il vero significato dell’immunità di gregge. Essa è utile in caso di utilizzo diffuso di un vaccino. Vale, infatti, per “una popolazione che possa essere protetta da un certo virus, se viene raggiunto un alto tasso di vaccinazione“.

Il direttore generale dell’Oms ha dunque specificato: “Mai nella storia della sanità pubblica l’immunità di gregge è stata usata come una strategia per rispondere ad un’epidemia, meno che mai ad una pandemia.

È scientificamente ed eticamente problematico“.

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Ferrara

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.