×

Covid, lockdown in Galles fino al 9 novembre

Condividi su Facebook

Lockdown in Galles da venerdì 23 ottobre fino al 9 novembre: il primo ministro ha annunciato quelle che sono le norme più severe del Regno Unito.

Lockdown in Galles

Galles in lockdown da venerdì e fino al 9 novembre. Una misura lampo per tentare di arginare l’epidemia da coronavirus e allentare la tensione sulle strutture ospedaliere.

Galles in lockdown “lampo”

Galles in lockdown da venerdì. Ad annunciarlo il primo ministro gallese, Mark Drakefors, nel corso di una conferenza stampa .

Agli oltre 3.000.000 di cittadini sarà quindi chiesto di rimanere a casa dalle ore 18:00 locali di venerdì fino al 9 novembre, nel tentativo di arginare l’aumento dei contagi ed allentare la pressione sul sitema sanitario in vista di un inverno che si preannuncia molto difficile e che preoccupa tutta l’Europa.

Come hanno specificato le autorità, gli effetti positivi di questa sorta di lockdown “lampo” si potranno verificare solo dopo circa due settimane dal periodo di quarantena.

Le misure più severe del Regno Unito

Diverse regioni  stanno sperimentando varie forme di restrizioni per arginare l’aumento dei contagi ma quelle annunciate dal primo ministro gallese sono al momento le più severe del Regno Unito (ancora più di quelle adottate a Liverpool) e prevedono la chiusura di tutte le attività ritenute non essenziali.

Non si potranno frequentare persone al di fuori dei propri conviventi, ad eccezione degli adulti soli o dei genitori single che potranno incontare un solo nucleo famigliare. 

L’annuncio è stato accolto con molta preoccupazione dal settore del turismo e dell’accoglienza locale anche se, da quanto riportano i media inglesi, saranno stanziati dei fondi per compensare le perdite dovute al lockdown temporaneo.

Classe 1971, nata a Roma, lavora come inviata e redattrice presso ArtsLife.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Vera Monti

Classe 1971, nata a Roma, lavora come inviata e redattrice presso ArtsLife.

Leggi anche

Contents.media