×

Mamma uccide la figlia di 3 anni a martellate: soffriva di depressione

Condividi su Facebook

La mamma uccide la figlia di 3 anni a martellate. La donna soffriva di depressione da diverso tempo.

mamma uccide martellate figlia

Una mamma ha ucciso la figlia di 3 a martellate. È questo il tragico racconto che arriva dal villaggio di Kirovgrad, nell’Oblast di Sverdlovsk, in Russia, dove la donna, Natalia Patunina, avrebbe completamente perso la ragione e commesso l’omicidio.

A scoprire per primo quanto accaduto è stato il padre della vittima che, tornato a casa da lavoro, si è trovato davanti alla terribile scena. Vani sono stati i suoi tentativi di salvare la bambina per la quale anche i soccoritori medici giunti sul posto non ha potuto fare altro che confermare il decesso. L’episodio si è verificato nella giornata di venerdì scorso, 16 ottobre.

Mamma uccide la figlia a martellate

Stando alle ricostruzioni fornite dalle forze dell’ordine, il padre rientrando in casa avrebbe trovato la figlia in una pozza di sangue con vicino un martello che lasciava intendere di essere usato contro la piccola. La mamma, unica presente in casa al momento dell’aggressione, risulta essere l’indagata principale. Ad ulteriore conferma ci sarebbe poi il fatto che la donna stessa avrebbe provato ad uccidersi ingerendo una massiccia dose di farmaci antidepressivi.

Ora è in ospedale, dove è controllata a vista dalle forze dell’ordine.

L’autopsia effettuata sul corpo della piccola vittima ha confermato che la sua morte sia dipesa dai colpi di martello, tra i quali quello letale sarebbe stato quello al capo. In merito alla mamma è invece emerso che da diverso tempo soffrisse di depressione

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media