×

Italiano arrestato in Francia: è sospettato di 160 stupri

Condividi su Facebook

Italiano arrestato in Francia con l'accusa di aver commesso 160 stupri.

Italiano arrestato in Francia stupri

Un italiano è stato arrestato in Francia con l’accusa di essere il principale sospettato di ben 160 stupri avvenuti tra il 2000 e il 2014. L’uomo, 52 anni, è stato arresto dalla Gendarmerie a Rumersheim-Le-Haut, vicino a Strasburgo, nel Nord-est della Francia ed era da diverso tempo ricercato in tutta Europa.

Nello specifico a suo carico c’era un mandato d’arresto europeo emesso dalla Germania dove l’italiano di 52 anni è stato accusato di aver commesso degli stupri (122 le inchieste aperte a suo carico) ai danni dei figli delle sue compagne.

Italiano arrestato in Francia per 160 stupri

Alle accuse ha fatto seguito una latitanza con il 52enne che ha abbandonato la Germania e ha iniziato a girare in giro per l’Europa.

Stando a quanto dichiarato dalle forze dell’ordine francesi, l’uomo fuggito dal paese tedesco si sarebbe rifugiato in Alsazia. Ora l’arresto, frutto anche di una fitta e consolidata rete di coordinamento europeo delle operazioni di sicurezza nei diversi paesi.

Le accuse a carico dell’uomo italiano sono tante e gravi e, purtroppo, non è da escludere che nel periodo successivo al 2014 l’uomo posso aver agito con abusi e violenze anche nei confronti di altri soggetti.

Le indagini potranno chiarire quanto avvenuto e sopratutto condurre lo stupratore seriale davanti ad un giudice per rispondere dei tantissimi capi d’imputazione che pendono a suo carico. Non è chiaro al momento se l’uomo possa aver agito o transitato anche in Italia, magari sfruttando la collaborazione di alcuni complici sul territorio.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media