×

Spagna al tempo del Covid: il governo tassa i ricchi a favore della Sanità

Condividi su Facebook

Covid: la Spagna rifiuta i fondi europei e vara una legge di bilancio che aumenterà le tasse dei ricchi a vantaggio di lavoratori pubblici e Sanità.

spagna covid governo tassa i ricchi

In Spagna è stata presentata la nuova legge di bilancio prevista per il 2021, fortemente voluta dal presidente Sanchez e dal vicepresidente Iglesias. La legge prevede un aumento della tassazione sui redditi più alti con lo scopo di accrescere i fondi destinati alla spesa sociale.

Covid, la Spagna tassa i ricchi

Per fronteggiare l’emergenza COVID-19 che sta mettendo in ginocchio l’economia e la sanità mondiale, la Spagna ha proposto una legge di bilancio insolita per fronteggiare le elevatissime spese richieste dalla pandemia.

Il primo ministro Pedro Sanchez e il viceministro Pablo Iglesias hanno, infatti, comunicato la decisione del governo di incrementare del 2% il valore delle tasse sui redditi che superano i 300.000 euro annui, di aumentare del 3% il prelievo sui redditi da capitale superiori ai 200.000 euro annui e di sottoporre a maggiori tassazioni le grandi aziende.

Il provvedimento, in realtà, ha un valore più politico e simbolico che concreto ed economicamente risolutivo in quanto si rivolge a un numero estremamente ridotto di soggetti.

Il governo, tuttavia, si impegna a fornire sostanziosi aiuti al settore del turismo, a piccole e medie imprese e alla sanità. Tali aiuti dovrebbero prevedere un aumento del 150% circa.

Accanto a queste iniziative, sono previste detrazioni fiscali relative ai piani pensionistici privati e un’imposta del 15% destinata alle società di investimenti immobiliari.

È stato, inoltre, proposto un prelievo su patrimoni con un importo che vada oltre i 10 milioni di euro pari all’1%. Questa proposta, tuttavia, potrà essere approvata solo se le diverse autonomie locali spagnole si esprimeranno a suo favore.

È prevista, poi, una nuova tassazione sulle confezioni di plastica monouso e una maggiorazione dell’Iva che raggiunge il 21% su prodotti come le bevande gassate.

La posizione del governo spagnolo

Varando simili misure, il presidente Sanchez ribadisce la decisione di non sfruttare i fondi del Mes o i prestiti del Recovery found che provocherebbero un aumento del debito pubblico.

Il presidente ha anche spiegato che gli scopi della legge di bilancio 2021 riguardano la modernizzazione dell’economia spagnola, la tutela dello stato sociale, lo sviluppo di importanti investimenti nelle infrastrutture e la salvaguardia delle fasce più deboli della popolazione rispetto alla crisi causata dalla pandemia.

Altre misure previste apportano modifiche alle pensioni e ai salari dei dipendenti pubblici e un maggiore impegno nella distribuzione di aiuti e sovvenzioni.

A proposito dei provvedimenti presentati, il presidente Sanchez ha dichiarato che si tratta di “bilanci progressisti, essenziali per la modernizzazione del paese e per sostenere la ripresa”.

Il vicepresidente Pablo Iglesias, invece, è convinto che, con la nuova legge, il governo spagnolo stia inaugurando “una nuova fase” e si lasci “alle spalle il percorso di austerità neoliberista”.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media