×

Studio sui comizi di Trump: oltre 30 mila contagi e 700 morti

Condividi su Facebook

Pubblicato uno studio sui comizi tenuti da Trump: sarebbero 30 mila i contagiati ai suoi comizi e 700 i morti

elezioni usa covid

In arrivo cattive notizie per Trump e per i suoi comizi svolti in alcuni casi senza le dovute precauzioni anti-Covid, quali distanziamento e mascherine. Secondo uno studio americano infatti, i suoi comizi avrebbero aumentato di molto il numero dei contagi nel paese.

Comizi Trump: studio rivela aumento contagi

Secondo uno studio pubblicato dai ricercatori della Standford University, i comizi di Trump avrebbero portato un incremento del numero dei contagi nel paese, per un totale di 30 mila positivi in più e 700 morti. Lo studio si è basato sui comizi tenuti dal presidente americano nell’arco di tempo che va dal 20 giugno al 22 settembre. Per i decessi comunque, non c’è, in base a quanto riferito dai ricercatori, la prova inconfutabile che le persone morte abbiano contratto il Covid necessariamente ai comizi di Trump.

Dei 18 comizi analizzati, solo tre si sono svolti al chiuso.

Come dichiarato da  . Douglas Bernheim, preside del dipartimento di economia dell’ateneo californiano e il primo firmatario dello studio pubblicato sulla piattaforma open access Ssrn: -“Le comunità in cui Trump ha fatto comizi hanno pagato un prezzo alto in termini di malattie e di morti”.

Da parte dello staff del presidente non c’è stata alcuna replica, mentre da parte dello sfidante Biden, il suo portavoce ha replicato: -“ il presidente ha organizzato manifestazioni superspreader che servono solo a soddisfare il suo ego”.

Comizi finali in vista delle elezioni dell’election day

Proseguono intanto a ritmo serrato gli ultimi comizi elettorali in vista dellelection day del 3 Novembre da parte di entrambi gli sfidanti. Ma è Trump, soprattutto che ha messo il turbo. Solo nella giornata di ieri ha condotto 4 comizi in Pennsylvania, considerato Stato chiave nella sua rielezione alla Casa Bianca. A Butler ha dichiarato: –“Ho appena firmato un ordine esecutivo per tutelare il fracking in Pennsylvania”, tecnica utilizzata ampiamente nell’estrazione petrolifera, e che negli scorsi giorni era stata criticata da Biden, con l’intenzione di volerla mettere al bando.

Sono 10 gli Stati chiave, che decidono alla fine se un candidato sarà o meno presidente e tra questi oltre alla Pennsylvania, ci sono anche Michigan, Wisconsin, Florida, North Carolina, Georgia, Ohio, Arizona, Texas e Iowa. Proprio in quest’ultimo stato, Trump, secondo i sondaggi sarebbe in vantaggio di 7 punti. La partita comunque è ancora tutta aperta.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media