×

Covid, il Belgio istituisce il “compagno di coccole” per il lockdown

Condividi su Facebook

Una nuova figura che spetta di diritto a tutte le persone durante il lockdown: il "knuffelcontact".

Compagno di coccole
Compagno di coccole

Il Belgio in questo momento sta vivendo la seconda ondata di Coronavirus ed è pronto per un nuovo lockdown. Prima, però, ha voluto istituire la figura del “knuffelcontact“, ovvero il compagno di coccole, che può essere un aiuto davvero importante per mantenere la salute mentale delle persone durante il blocco.

Il compagno di coccole in Belgio

La scelta di istituire il compagno di coccole è stata del primo ministro belga Alexander De Croo che, comunicando il lockdown, ha voluto dare una possibilità in più alle persone per non restare da sole. “Il nostro Paese è in uno stato di emergenza, in molti ospedali le capacità sono già superate e per questo dobbiamo invertire la curva. L’unica risposta è tutelare il sistema sanitario e per farlo bisogna evitare il più possibile ogni contatto fisico” ha spiegato.

Ogni membro della famiglia ha diritto a un ‘compango di coccole’. Le famiglie dovrebbero invitare a casa un solo ‘knuffelcontact’ alla volta. Non si può ricevere un’altra visita a casa. C’è un’eccezione per le persone che vivono da sole: possono invitare una persona oltre al loro contatto di coccole, ma non contemporaneamente” ha aggiunto il primo ministro. Misure del genere erano già state introdotte in Olanda e nel Regno Unito.

Un nuovo lockdown potrebbe essere particolarmente pesante, in particolar modo per le persone sole.

Adelia Lucattini, psichiatra e psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana e dell’International Psychonalaytical Association, ha spiegato che nel 2020 la depressione è stato il disturbo mentale più diffuso al mondo. Il Covid e il lockdown hanno aumentato i disturbi psicologici, soprattutto legati all’ansia e alla depressione, più frequenti nelle donne. L’isolamento sociale è un fattore di rischio per queste patologie, ma può comportare anche malattie fisiche, come ipertensione e malattie cardiovascolari.

La decisione del Governo olandese, tenendo conto di questi aspetti, è assolutamente in linea con gli studi scientifici. La questione non si basa solo sul contatto fisico, ma sulla presenza di una persona accanto per compagnia. Le coccole sono indispensabili per le persone e questo tipo di stimolazione può portare grandi benefici a livello emotivo. Il compagno di coccole istituito in Belgio può donare benessere e sicurezza a tutte le persone che affrontano il lockdown.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Contents.media