×

Germania, che cos’è il “lockdown salame”?

Condividi su Facebook

In Germania fa discutere il cosiddetto "lockdown salame": a cosa è dovuta la scelta del nome e quali sono le categorie interessate?

angela merkel quaranena coronavirus

In Germania lo hanno ribattezzato “lockdown salame”, il motivo? È presto detto: si tratta di una chiusura riguardante solo alcune “fette” del mondo scolastico e quindi non generale. Al momento nello stato risultano esserci 30 mila insegnanti e 300 mila scolari in quarantena.

Questo è quanto comunicato di recente dall’associazione federale insegnanti. A confermare quanto detto è la Bild, il tabloid più autorevole e popolare della Germania. Le scuole della nazione continuano a tenere lezioni in presenza, anche dopo il netto aumento di contagi da coronavirus.

Cos’è il lockdown salame in Germania?

Dopo il cosiddetto lockdown light alla tedesca, la Germania ha deciso di combattere la diffusione del virus nelle scuole con un “lockdown salame”.

Un termine apparentemente bizzarro, ma il nome è giustificato dal fatto che esso riguarda solo alcune “fette” di docenti e insegnanti. Non dunque una chiusura totale, esclusa peraltro anche in Italia. La Germania, nonostante i recenti aumenti di contagio da Covid-19, sta continuando a tenere gli istituti scolastici aperti, al fine di non penalizzare la formazione dei ragazzi. Il settore scolastico è stato, del resto, uno dei più colpiti dalla pandemia a livello internazionale.

Le famiglie tedesche sulle mascherine

Lo scorso 10 novembre la ministra dell’Istruzione federale, Anja Karlikzek, ha parlato dell’utilizzo delle mascherine in classe. Secondo un recente sondaggio, solamente la metà dei tedeschi sarebbe favorevole a tale misura. Su questo punto si sono rivelati contrari molti genitori, che desidererebbero per i loro ragazzi una didattica in presenza senza l’utilizzo delle mascherine. Tale eventualità la si vorrebbe vedere concretizzare nei confronti perlomeno degli alunni di più giovane età.

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Della Corte

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.

Leggi anche

Impianti sci Europa
Esteri

Sci, gli impianti aperti in Europa

25 Novembre 2020
Impianti sciistici aperti o chiusi in vista del Natale? Come al solito manca in Europa un accordo condiviso che invece sarebbe necessario
Contents.media