×

Coronavirus, Germania: medici positivi in turno per necessità

Condividi su Facebook

Il ministro della Salute Jens Spahn ha dichiarato che, durante l'emergenza Coronavirus in Germania, i medici positivi potranno lavorare.

Coronavirus, in Germania medici positivi al lavoro
In Germania i medici positivi al Coronavirus potranno lavorare.

Durante l’emergenza Coronavirus, in Germania i medici positivi potranno lavorare, così come gli infermieri, nelle cliniche o case di cura. Si tratterebbe però di una necessità, ovvero di una prestazione di servizio qualora aumentassero i contagi e il sistema sanitario avesse bisogno di sostegno, a livello di personale.

Germania, medici positivi in turno

Lo ha stabilito il ministro alla Sanità Jens Spahn, comunicandolo durante la Giornata dell’assistenza medica. “La via migliore è che una persona che ha contratto l’infezione e le persone che erano in contatto si sottopongano a quarantena, ha dichiarato, “Ma se poi, a causa dell’autoisolamento e delle altre misure di contenimento, non ce ne sono più abbastanza negli ospedali, negli studi medici e nelle case di cura, tanto che questi rischiano il collasso, allora bisogna trovare altre soluzioni“.

In caso fosse dunque necessario impiegare medici e infermieri positivi al Coronavirus, questi potranno lavorare soltanto facendo regolarmente tamponi e indossando correttamente mascherine Ffp2, oltre agli altri dispositivi anti contagio e a misure di protezione definite “speciali” dal ministro della Salute.

Coronavirus in Germania

In Germania, è nuovo record di casi: nelle ultime 24 ore se ne sono registrati 23.542 secondo il Robert Koch Institute, per un totale di 751.095 positivi nel Paese.

Per quanto riguarda i decessi, è salito a 12.200 il totale superando di 218 la cifra comunicata il giorno precedente, ovvero 12 novembre 2020.

Nel mondo il Coronavirus ha ucciso 11.617 pazienti nell’arco delle ultime 24 ore, dato più alto dall’inizio dell’epidemia secondo la Johns Hopkins University. Stesso triste discorso anche per quanto riguarda il numero di casi rilevati, ovvero oltre 666mila in un solo giorno.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.

Leggi anche

Contents.media