×

Lo stato di Victoria, in Australia, dopo 28 giorni è Covid Free

Lo stato australiano di Victoria, è stato dichiarato Covid free dopo 28 giorni di assenza di nuovi positivi. Da lunedì nuove misure meno stringenti

come in australia lo sttao di victoria è diventato covid free

In Australia, lo stato di Victoria è stato dichiarato Covid free. Vediamo in che modo questo Stato, è riuscito a raggiungere questo risultato.

Lo stato di Victoria è Covid free

Lo stato di Victoria, dopo 28 giorni senza registrare nuovi casi, è stato dichiarato Covid free e  il premier sud australiano, Steven Marshall, ha annnciato la revoca delle restrizioni al confine dello stato a partire dalla prossima settimana.

A questo punto viene da chiedersi come siano riusciti in Australia a raggiungere questo risultato, visto che l’Europa intera, e il resto del mondo, sono alle prese con la seconda ondata e con numeri di contagi, oltre che di morti, da capogiro.

Il metodo australiano

L’ultimo paziente ad essersi negativizzato nello stato di Victoria, è stato un signore 90enne, ricoverato al Monash Medical Center, e dimesso lunedì 23 Novembre.

Per sconfiggere questa seconda ondata, sono state diverse le misure messe in campo: si va dal tracciamento di coloro venuti a contatto con positivi, al tampone per asintomatici, distanziamento sociale, e anche lockdown localizzati. Il tutto ha contribuito ad avere numeri nettamente inferiori a quelli italiani: basti pensare che proprio nello stato di Victoria, lo stato più colpito tra quelli australiani, il numero di deceduti è stato di 819, mentre in tutta l’Australia il numero di positivi, da inizio pandemia è stato di 28 mila casi.

Numeri ben diversi a quelli italiani, dove mediamente in questa seconda ondata, sono cifre che raggiungiamo in una sola giornata.

Cambiano le restrizioni

Considerati i numeri, il premier Steve Marshall, ha deciso di togliere alcune delle limitazioni che erano in vigore sino adesso, e di concedere maggiore libertà ai propri cittadini, a partire dalle mascherine, che saranno obbligatorie solo in luoghi chiusi, mentre all’aperto se sarà osservato il distanziamento sarà possibile non tenerla.

I limiti per le riunioni pubbliche all’aperto sono saliti a 50 persone, per matrimoni e funerali il limite è di 150 persone. Lo stesso limite si applica a cinema, gallerie e musei. I grandi ristoranti, caffè e pub potranno ospitare fino a 150 clienti all’interno, mentre i locali più piccoli dovranno rispettare una capienza massima di 50 clienti

Bisogna sottolineare che Melbourne ad esempio, ha osservato un rigido lockdown di ben 111 giorni, anche se alla fine ha pagato i suoi abitanti rendendoli Covid free. Ben diversa quindi la situazione australiana da quella italiana, dove il numero dei morti è ancora molto elevato, così come la curva dei contagi. onsiderando poi che siamo in vista del Natale, c’è da aspettarsi di tutto nelle prossime settimane. 

Contents.media
Ultima ora