×

Pensionato muore in carcere: arrestato per aver ascoltato la radio a volume alto

In UK, pensionato muore in carcere. Condannato per inquinamento acustico: ascoltava la radio a volume troppo elevato. L'indignazione dei cittadini.

Ian Trainer, morto in carcere perchè ascoltava musica a volume troppo alto. Foto del Liverpool Echo

Nel Regno Unito sta facendo molto discutere la morte in carcere di un pensionato, arrestato con l’accusa di aver ascoltato la musica a un volume troppo elevato.

Pensionato muore in carcere

Il pensionato Ian Trainer, 83 anni, è morto in carcere mentre stava scontando una pena per aver ascoltato la musica a volume elvato.

L’uomo di Aintree, Merseyside, aveva ricevuto nel 2019, un ordine restrittivo per aver ascoltato “la radio a un volume più alto del normale livello di conversazione al di sopra di 65 decibel, dalle 9 del mattino alle 10 di sera”.

L’amministrazione penitenziaria ha fatto sapere che: -“Il detenuto dell’HMP Liverpool Ian Trainer è morto in ospedale il 23 novembre. Il difensore civico per le carceri e la libertà vigilata è stato informato”.

In ogni caso sarà aperta un’inchiesta per capire le cause della morte.

La rabbia dei concittadini

Sconcerto e indignazione da parte dei concittadini a seguito della notizia della sua morte: -“Questo pover’uomo avrebbe dovuto essere curato per problemi alle orecchie o di salute mentale, avrebbero dovuto esaminare il motivo per cui continuava a violare le restrizioni. Sicuramente avrebbe dovuto essere aiutato, non incarcerato“.

Tutto era partito dopo la denuncia da parte di un vicino, che stanco dell’inquinamento acustico dato da Trainer, aveva richiesto l’intervento della polizia, a seguito del quale il pensionato si era giustificato “Mi piace ascoltare la musica al volume che pare a me“, oltre a spiegare che aveva problemi di udito e che non era in grado di indossare le cuffie, dato che gli creavano irritazione.

Il giudice quindi lo aveva condannato al carcere per 24 settimane, che poi sono state ulteriormente rinnovate questa estate.

Contents.media
Ultima ora