×

Natale e Capodanno in Europa: ecco cosa si può fare fuori dall’Italia

Condividi su Facebook

Non solo l'Italia si è attrezzata con norme anti Coronavirus in vista di Natale e Capodanno.

natale

I Paesi di tutta Europa stanno varando le misure utili a contrastare la diffusione del Coronavirus nel corso delle giornate di festa tra Natale Capodanno. Dalle limitazioni alla mobilità fino alle restrizioni sugli inviti: i provvedimenti sono tantissimi e molto diversi da Nazione a Nazione.

Francia

In Francia la popolazione, in occasione delle feste, potrà ricongiungersi con i propri cari, anche se questi abitano in regioni lontane da quelle di residenza, nonché all’estero (con quarantena di una settimana al ritorno). Gli invitati, tuttavia, dovranno essere in numero limitato, anche se esso non è stato specificato. Il coprifuoco dalle 7.00 alle 21.00 in vigore, inoltre, sarà eccezionalmente sospeso per la vigilia di Natale e per Capodanno.

Germania

In Germania resta in vigore il lockdown soft, ma con alcune deroghe. Dal 23 dicembre fino a Capodanno, infatti, sarà concesso di incontrare un massimo di 10 persone estranee al proprio nucleo familiare. Dal conteggio sono esclusi i bambini di età inferiore ai 14 anni. La cancelliera Angela Merkel ha però invitato i tedeschi a valutare attentamente gli incontri.

Regno Unito

I provvedimenti attuati dal Regno Unito per le feste si basano invece sulle cosiddette bolle domestiche.

Potranno trascorrere insieme le giornate dal 24 al 28 dicembre soltanto un massimo di tre nuclei familiari conviventi, sia all’aperto che al chiuso, anche senza distanziamento sociale. Via libera inoltre agli spostamenti. Restano però chiusi bar e ristoranti.

Spagna

Misure più strette in Spagna, dove il governo ha raccomandato alla popolazione di non superare il numero di 6 persone nelle riunioni familiari. Il limite sarà esteso a 10 in occasione di Natale e Capodanno. Vietati gli spostamenti tra Regioni, a meno che non si vada verso le residenze abituali dei familiari. Resta in vigore anche il coprifuoco dall’1.30 fino alle 6.00, che consentirà dunque le messe di mezzanotte purché non si canti. 

Austria

In Austria sono ancora in discussione le misure anti-contagio. Quel che è certo è che gli hotel, i bar e i ristoranti resteranno chiusi. Niente vacanze sulla neve dunque, anche in virtù del potenziale esodo dagli altri Paesi d’Europa. Gli impianti sciistici saranno accessibili soltanto per i residenti.

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Ferrara

Nata a Palermo, classe 1998, è laureata in Scienze delle comunicazioni per i media e le istituzioni e iscritta all'Albo dei giornalisti pubblicisti. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Mediagol e itPalermo.

Leggi anche

Contents.media