×

Nigeria, Boko Haram ha confermato il rapimento degli studenti

L’organizzazione Boko Haram con un messaggio vocale diffuso sul web ha rivendicato il rapimento degli studenti nello Stato di Katsina.

Boko Haram rapimento studenti
Boko Haram rapimento studenti

A rapire gli studenti della scuola di Kankara situata nello Stato di Katsina è stata l’organizzazione Jihadista Boko Haram. La notizia che sarebbe arrivata tramite un messaggio vocale diffuso su internet è stata anche diffusa su Twitter dal governatore dello Stato di Katsina Aminu Bello Masari.

Nel corso degli anni l’Onu ha stimato che l’organizzazione jihadista Boko Haram si sia resa responsabile a partire dal 2009 di oltre 30mila morti senza contare gli sfollati che sarebbero circa due milioni. Non solo. In questo 2020 circa una centinaia di persone sarebbero rimasti uccisi nella Nigeria del Nord Ovest. Non ci è dato sapere se gli autori di questi attacchi potrebbero essere legati proprio a Boko Haram.

Boko Haram, confermato rapimento studenti

È arrivata la notizia che nessuno avrebbe voluto sentire. Il gruppo jihadista Boko Haram ha confermato di essere l’autore del rapimento degli studenti della scuola di Kankara, nello Stato di Katsina. La conferma è stata data dallo stesso Boko Haram tramite un comunicato audio diffuso su internet.

La notizia è stata data inoltre dal Governatore dello Stato di Katsina Aminu Bello Masari.

Quest’ultimo ha reso noto che sarebbero attualmente in corso delle trattative tra i rapitori e il governo: “I responsabili del rapimento dei nostri ragazzi hanno contattato il governo e sono in corso discussioni per garantire la loro sicurezza e il ritorno alle loro famiglie”.

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Valentina Mericio

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora