×

Repubblica di San Marino, come si festeggerà il Capodanno?

San Marino, ritrovi consentiti a Capodanno fino all'una di notte, i ristoranti potranno rimanere aperti.

Capodanno

Il Capodanno si festeggerà regolarmente a San Marino, anche in tempi di coronavirus e lockdown. Sembra che le limitazioni saranno poche, se non nulle. Ebbene, sul monte Titano i festeggiamenti saranno consentiti tranquillamente. Ristoranti e locali rimarranno aperti senza problemi non essendo, infatti, il coprifuoco alle 22 in tale stato autonomo.

I ritrovi saranno permessi fino all’una di notte. Il governo ha infatti previsto l’apertura dei pubblici esercizi in occasione dei festeggiamenti. Il governo sammarinese ha intenzione di varare una decreto, tramite cui sarà prolungato l’orario di apertura dei ristoranti e dei locali in occasione di San Silvestro. Ad anticiparlo è stato il segretario alla Sanità Roberto Ciavatta, nel corso di un’ospitata al programma tv Viceversa, in onda su Rtv San Marino.

Capodanno a San Marino, parla Ciavatta

I festeggiamenti per il Capodanno dovrebbero svolgersi senza intoppi a San Marino, dove non sono previste limitazioni severe a causa del coronavirus. Roberto Ciavatta ha spiegato: “Purtroppo non ci sono delle misure che scientificamente garantiscono una diminuzione dei contagi, molto del dibattito attorno alle misure è usato appositamente per fare polemica, spesso e volentieri lo vediamo in Italia, di matrice politica”.

Ciavatta sulle misure italiane

Roberto Ciavatta ha proseguito: “Noi abbiamo cercato di dare una continuità alle misure, tanto che in queste seconda ondata decreti e modifiche sono stati pochissimi. Ritengo che tentare le riaperture per Natale non sia stata per l’Italia una mossa azzeccata noi siamo invece rimasti in linea con le nostre indicazioni” e poi ancora: “Oggi uscirà un decreto sull’ampliamento dell’orario di apertura per l’ultimo dell’anno, perché abbiamo ritenuto, insieme alla struttura sanitaria che piuttosto che chiudere a mezzanotte e lasciare che gli avventori facessero il brindisi fuori dal locale, meglio è che restino all’interno”.

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Della Corte

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora