×

Tanzania, zero casi covid: il paradiso a Zanzibar

Condividi su Facebook

Zanzibar registra zero casi covid da aprile, un unicum al livello globale in questo difficile momento storico.

zero casi covid zanzibar
zero casi covid zanzibar

La città di Zanzibar rimane un unicum nella storia di questa pandemia: zero casi covud registrati da aprile. La tanzania continua d esser aperta a voli internazionali, vista l’assenza di pazienti negli ospedali. Niente obbligo di mascherina, niente tamponi, e sulle spiagge non mancano di certo feste, balli e musica, grazie alla forte affluenza di turisti.

Zanzibar: zero casi covid

Zanzibar in questo momento storico complicato per tutto il mondo rimane un paradiso, anche alla luce dei suoi zero casi covid. Un unicum a livello globale che dopo l’1,3 milioni di contagi regoistrati fino ad aprile, poi il virus sembra scomparso improvvisamente.

Da allora zero contagi, e così le spiagge sono tornate a riempirsi di turisti in festa, tra canti e balli che sembrano appartenere ad un’altra epoca.

Nessun obbligo di mascherine o tamponi, e ovviamente gli ospedali sono vuoti.

Secondo quanto dichiarato dal presidente John Magufuli, i precedenti casi regiostrati sarebbero dovuti a test difettosi. In seguito, infatti, i laboratori di analisi avrebbero riscontrato tracce del covid in una pecora, in una capra e persino in una papaya, rendendo ancora più inaffidabili i test.

Una volta terminati gli ultimi kit di quei test, il governo della Tanzania ha deciso di eliminare ogni forma di misura precauzionale, riaprendo ai voli internazionali.

Tutto normale

Qui non abbiamo mai chiuso, nonostante la grande affluenza di turisti rimaniamo senza casi”. Così racconta Andrea Celly, titolare di un hoel a Zanzibar che prosegue “Niente restrizioni, niente mascherine, solamente sole, mare e spiagge bianche piene di turisti. I turisti qui sono sempre venuti, io sono pieno, ho prenotazioni complete fino al 15 marzo“.

La sera si va in discoteca, si balla, non c’è nessuna paura, niente terrore: sono spariti anche i disinfettanti per le mani che avevamo messo all’inizio“. Questo è l’aneddoto raccontato da Andrea di Verona ma da 8 anni residente con la moglie a Zanzibar. Assembramenti ovunque, ma a Zanzibar è del tutto normale.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Contents.media