×

Usa: distrutte 500 dosi del vaccino Moderna in ospedale

In un ospedale del Wisconsin sono state distrutte circa 500 dosi di vaccino Moderna per sabotare la campagna vaccinale statunitense.

Dosi distrutte

L’episodio relativo alla distruzione di numerose dosi di vaccino Moderna è stato denunciato in un ospedale del Wisconsin, uno degli stati federali degli Stati Uniti d’America.

Wisconsin, distrutte dosi del vaccino Moderna

I dati finora emersi attestano che un dipendente dell’Aurora Medical Center, situato nel Wisconsin, ha intenzionalmente distrutto circa 500 dosi di vaccino Moderna nella giornata di sabato 26 dicembre.

L’uomo ha estratto 57 fiale di Moderna dal frigorifero, lasciandole a temperatura ambiente. In questo modo, l’impiegato ha provocato una seria alterazione del contenuto delle fiale che, esposto a temperature differenti da quella necessaria impostata nella cella frigorifera, ha totalmente perso la propria efficacia.

Un simile gesto, secondo le prime ricostruzioni effettuate dalle forze dell’ordine, sarebbe stato commesso per sabotare la campagna vaccinale promossa sul territorio americano: le motivazioni del sabotaggio, tuttavia, non sono ancora state individuate.

L’azione perpetrata, invece, ha fatto immediatamente scattare il licenziamento per il dipendente responsabile dell’accaduto.

Lo studio sull’efficacia del vaccino Moderna

L’efficacia del vaccino Moderna contro il coronavirus è stata accuratamente dimostrata tramite la pubblicazione di uno studio COVE relativo ai risultati registrati in Fase 3, apparso sulla rivista scientifica peer review New England Journal of Medicine alla fine di novembre 2020.

La ricerca condotta sul vaccino mRNA-1273 ha mostrato un’efficacia del prodotto pari al 100% relativamente alla prevenzione di forme gravi di Sars-Cov-2 e del 94,1% relativamente alla prevenzione del Covid-19 sintomatico. Dei 30.420 soggetti che hanno partecipato all’indagine, inoltre, solo 196 pazienti hanno contratto il virus: tra questi, 185 erano stati trattati con il placebo mentre soltanto 11 erano stati effettivamente vaccinati con il farmaco sperimentato.

Contents.media
Ultima ora