×

Variante sudafricana, medici inglesi: “Resisterebbe al vaccino”

"Il vaccino di Astrazeneca inefficace contro variante sudafricana del virus". Questo è il timore dei medici inglesi.

variante sudafricana resiste vaccino
variante sudafricana resiste vaccino

Nel Regno Unito il covid non si ferma nonostante la campagna vaccinale, ma secondo i medici inglesi preoccuperebbe di più la variante sudafricana, capace di resistere al vaccino di AstraZeneca. Secondo gli esperti, la nuova variante del coronavirus presenterebbe mutazioni sostanziali alla proteina utilizzata dal vaccino per produrre anticorpi.

Variante sudafricana immune al vaccino?

Nel Regno Unito si continuano a registrare dati negativi sul contagio da covid, ma al momento preoccupa la notizia di una possibile inefficacia del vaccino sulla variante sudafricana.

Secondo quanto dichiarato da John Bell, docente di medicina all’Università di Oxford, pare che la variante sudafricana del coronavirus risulti resistente al vaccino prodotto da AstraZeneca. La variante, infatti presenterebbe delle mutazioni sostanziali nella struttura della proteina che il vaccino usa per produrre gli anticorpi.

In questo caso, se il sistema immunitario non riconoscesse il virus a causa della proteina, non sarebbe in grado di sconfiggerlo. Inoltre, secondo gli esperti, la variante sudafricana presenterebbe un tasso di contagiosità più alto.

Tanta preoccupazione

Nonostante le premesse, John Bell ritiene altamente improbabile che il vaccino possa risultare completamente inefficace, e che per adattare i vaccini alla variante ci vorrebbero quasi due mesi. Il docente di medicina quindi invita alla calma.

Tuttavia, queste sue ultime parole non avrebbero sortito effetti positivi sul Ministro della Salute Matt Hancock, visibilmente preoccupato.

Abbiamo chiuso tutti i voli con il Sudafrica“, così ha dichiarato alla Bbc. “Ci troviamo di fronte a un problema serio, anche più preoccupante della variante rilevata nel Regno Unito” ha aggiunto il ministro. In seguito ha definito “storico” il lancio della vaccinazione. Previste 540mila dosi nella prima fase della campagna.

Contents.media
Ultima ora