×

Mike Pence non esclude il ricorso al 25esimo emendamento contro Trump

Secondo la Cnn, il vicepresidente Usa Mike Pence non avrebbe escluso un eventuale ricorso al 25esimo emendamento per sollevare Trump dal suo incarico.

pence trump 768x513

Il vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence non avrebbe al momento escluso un eventuale ricorso al 25esimo emendamento al fine di destituire Donald Trump dal suo incarico e assumerne i poteri. Lo ha affermato la Cnn, citando una fonte riservata considerata vicina a Pence.

Attualmente tuttavia continua ad esserci una certa preoccupazione tra i consiglieri del vicepresidente in merito alla possibile attivazione dell’emendamento o della procedura di impeachment, a seguito delle quali il presidente Trump potrebbe lasciarsi andare a decisioni avventate.

Pence non esclude ricorso al 25esimo emendamento

Sempre secondo la Cnn, il vicepresidente vorrebbe mantenere la possibilità di ricorrere all’emendamento nel caso il comportamento di Trump divenisse ancora più instabile. Sulla base della costituzione americana, il 25esimo emendamento definisce le procedure da attuare per la destituzione del presidente degli Stati Uniti se quest’ultimo viene ritenuto incapace o impossibilitato ad adempiere ai propri doveri.

Nel caso venisse attivato i poteri del presidente passerebbero direttamente a Pence, mentre Trump avrebbe la possibilità di fare ricorso contro la decisione con una lettera ufficiale. A quel punto Pence avrebbe altri quattro giorni di tempo per ricorrere a sua volta contro Trump, passando la palla al Congresso affinché voti in merito alla sua permanenza o meno.

Sempre più gelido il rapporto tra Pence e Trump

Stando a un’altra fonte governativa inoltre, Pence e Trump non si sarebbero ancora parlati dal giorno dell’assalto al Campidoglio avvenuto lo scorso 6 gennaio, in cui centinaia di supporter del presidente hanno fatto irruzione all’interno del Congresso degli Stati Uniti nel tentativo di bloccare la certificazione dell’elezione di Joe Biden come presidente. Lo stesso Trump nei giorni precedenti aveva esplicitamente chiesto al suo vice di portare avanti un ultimo tentativo di sovvertire il risultato delle elezioni, trovando però la netta opposizione di Pence il quale ha ribadito il suo dovere di rispettare la costituzione.

Contents.media
Ultima ora