×

Covid, Merkel: “Lockdown duro per altre 8-10 settimane in Germania”

Condividi su Facebook

In Italia anche il microbiologo Andrea Crisanti è convinto che le attuali restrizioni non siano sufficienti a contenere il Covid.

angela merkel quaranena coronavirus

La Germania continua a fare i conti con il Covid e Angela Merkel teme di dover chiudere la nazione per altri due mesi. Secondo gli esperti, infatti, nel Paese potrebbe essere necessario un lockdown duro fino a inizio aprile. La cancelliera, a quanto riferisce la Bild, durante una riunione del gruppo parlamentare al Bundestag di Cdu/Csu, avrebbe già annunciato la sua decisione.

Covid, verso il lockdown duro Germania

“Se non ce la facciamo a fermare questa variante britannica, ci ritroviamo prima di Pasqua un’incidenza di contagio decuplicata. Abbiamo bisogno di otto fino a dieci settimane di misure dure”, ha affermato la cancelliera alla fine dell’incontro in programma per oggi, martedì 12 gennaio.

Le attuali misure di restrizioni per contrastare la pandemia del coronavirus sono in vigore fino al 31 gennaio.

Sono già molto forti ma si teme che non bastino. “Abbiamo bisogno di misure dure per altre 8-10 settimane“, ha aggiunto Merkel.

Covid, la situazione in Italia

Anche in Italia continuano ad aumentare le voci di coloro che vorrebbero chiudere tutto per almeno un mese. Lo ha proposto ha detto Walter Ricciardi, preoccupato per “questi numeri” sui contagi da Covid in Italia. Ricciardi ha paralo in un’intervista all’Huffington Post: “Bisogna ragionare sulla base dei numeri e delle evidenze scientifiche, non inseguire obiettivi utopici”, continua il professore.

Secondo lui un lockdown prolungato servirà, quindi, a far abbassare la curva per ricominciare a tracciare e continuare la campagna di vaccinazione. La stessa opinione è condivisa anche da Andrea Crisanti.

Nato il 18 luglio del 1990, vive a Cassina de' Pecchi. Si è laureato in Storia per seguire la propria voglia di conoscere il passato, ho iniziato l'attività giornalistica per analizzare il presente e le sue innumerevoli contraddizioni. Collabora con Metropolis Notizie e Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Mattia Pirola

Nato il 18 luglio del 1990, vive a Cassina de' Pecchi. Si è laureato in Storia per seguire la propria voglia di conoscere il passato, ho iniziato l'attività giornalistica per analizzare il presente e le sue innumerevoli contraddizioni. Collabora con Metropolis Notizie e Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media