×

Covid, Regno Unito: la storia del 27enne David Warner

David Warner, 27enne inglese, è morto due giorni dopo aver lasciato l’ospedale in cui si trovava per forti dolori al petto, temendo di contrarre il Covid.

Morto

Un 27enne inglese si è recato in ospedale in preda a un forte dolore al petto. Conclusi gli esami ai quali era stato sottoposto, ha scelto di lasciare la struttura prima di ricevere i risultati, per paura di contrarre il coronavirus.

Il giovane è, poi, deceduto nella sua abitazione, due giorni dopo l’episodio, per arresto cardiaco.

Covid, la morte del 27enne David Warner

David Warner era un ragazzo di 27 anni che viveva a Guilford, nel Surrey, situata nel sud-est del Regno Unito, con la sua compagna e le sue due bambine.

Il 1° gennaio 2021, il 27enne è andato in ospedale dopo aver avvertito un forte dolore al petto. Una volta raggiunto il pronto soccorso, è stato sottoposto ai test necessari per individuare una possibile positività al Covid, risultando negativo.

A questo punto, ha effettuato altre indagini finalizzate a scoprire le cause del dolore toracico denunciato. Mentre attendeva che gli venissero comunicati i risultati dei test, David Warner è stato sistemato nel medesimo reparto destinato ai pazienti Covid. A questo punto, temendo di poter contrarre il virus e di poter poi trasmettere l’infezione alle sue bambine, l’uomo ha scelto di lasciare l’ospedale e tornare a casa.

Due giorni dopo essersi dimesso, però, David Warner è stato trovato nel soggiorno della propria abitazione senza vita dalla fidanzata 21enne Vicky Jones.

Il dolore della compagna e dei familiari

A proposito della scelta che ha decretato la morte del 27enne, la compagna Vicky Jones ha raccontato: «È tornato a casa, ha puntato i piedi dicendo che aveva una bambina di sei mesi e che preferiva correre il rischio nonostante i dolori al petto piuttosto che rischiare di infettare la nostra bimba Evie».

La causa del decesso di David Warner sarebbe da attribuire a un attacco cardiaco: l’ipotesi verrà, però, confermata dall’autopsia, in corso di svolgimento, disposta dalle autorità inglese.

Intanto, i familiari del giovane hanno realizzato una pagina GoFundMe in modo tale da poter raccogliere denaro per organizzarne i funerali. L’iniziativa è stata presentata tramite le seguenti parole: «Tutti quelli che conoscevano David sanno che aiutava tutti e non voleva mai nulla in cambio. Ha sempre pensato alle sue bellissime figlie, diventate il suo principale scopo nella vita».

Contents.media
Ultima ora