×

Nuove varianti Covid: quella inglese, sudafricana e brasiliana ora fanno paura

Temuta nuova variante di Covid anche in Francia. Escluso che si tratti della variante inglese già conosciuta.

Covid paziente zero variante inglese
Covid paziente zero variante inglese

Sale l’allerta in tutto il mondo per la circolazione delle nuove varianti del virus Covid 19. Per adesso, quella isolata nel Regno Unito non è solo la più contagiosa, ma la più mortale di quelle finora note. L’allerta sulle varianti è stata lanciata anche da riviste scientifiche internazionali, tra cui Nature e The Lancet.

E perfino il primo ministro britannico Boris Johnson ha parlato “di alcune prime evidenze registrate in questo senso”. Potrebbe quindi concretizzarsi “lo scenario più negativo”.

Nuove varianti Covid

La grande domanda è una sola: i vaccini funzioneranno anche contro le varianti inglese, sudafricana e brasiliani (le più note varianti scoperte)? “Si sta già cercando la risposta e, sulla base quanto pubblicato finora, i vaccini di Pfizer-BioNTech e Moderna possono riconoscere la variante inglese.

Il fatto – ha spiegato Abrignani – è che il virus SarsCoV2 circolerà ancora moltissimo e c’è da aspettarsi che prima o poi bisognerà cambiare vaccino, come accade per l’influenza”.

Ma le nuove varianti continuano a moltiplicarsi. Si teme infatti che possa esserci già una nuova variante proveniente dalla Francia. Al momento sembrerebbe escluso, infatti, che alcuni casi riscontrati Oltralpe siano imputabile alla variante inglese già conosciuta. “Abbiamo chiesto nuove analisi per verificare la presenza di nuove varianti non identificate”, dichiara la direttrice dell’ospedale di Compiègne, alle porte di Parigi.

Il virus continua infatti a mutare, e a diventare più mortale a ogni mutazione. Preoccupa molto anche la nuova variante sudafricana del Covid, che ha “mostrato un’enorme resistenza agli anticorpi del virus originale”. Queste le parole riportate da CBS News, che poi continua riportando che la corsa per vaccinare le persone contro il Covid è stata resa “ancora più urgente dall’emergenza di nuove e più contagiose varianti del coronavirus“.

Contents.media
Ultima ora