×

Felix, perde le braccia in un incidente sul lavoro: trapianto record

Felix Gretarsson aveva perso le braccia in un incidente sul lavoro. Dopo un trapianto record di quindici ore ha due arti nuovi.

Felix Gratersson
Felix Gratersson

Felix Gretarsson ha finalmente ricevuto due braccia nuove, dopo averle perse in un incidente sul lavoro avvenuto venti anni fa. Un trapianto record, della durata di quindici ore, con un equipe medica composta da cinquanta professionisti. Il paziente ha ricevuto gli arti da un donatore deceduto.

Trapianto record

L’operazione è avvenuta dieci giorni fa in un ospedale della città francese di Lione ed è riuscita alla perfezione. Dopo dieci giorni, il team medico responsabile dell’intervento ha confermato che tutto è andato per il meglio e ora l’uomo sta affrontando il processo di riabilitazione, molto lungo e difficile. “La riabilitazione durerà due o tre anni.

Continueremo il monitoraggio perché l’operazione è ancora recente e possono accadere tante cose. In termini di riabilitazione, lavoreremo molto intensamente. Circa sei ore al giorno di riabilitazione, prima con mobilizzazione passiva e poi con mobilitazione attiva” ha spiegato il professor Lionel Badet, capo dell’unità trapianti all’ospedale Edouard Herriot di Lione.

Felix ha voluto lanciare un messaggio di ringraziamento attraverso sua moglie, spiegando di sentirsi molto bene. “Era il suo sogno, ora tutto è cambiato perché vedo quella luce negli occhi di mio marito, vedo davvero molta speranza.

Sono molto orgogliosa per lui, e farò del mio meglio per accompagnarlo” ha spiegato Sylwia Gretarsson. Il marito, ora 48enne, aveva subito una doppia amputazione a 26 anni a causa di un incidente molto grave durante il quale era rimasto folgorato da una linea elettrica. L’uomo era un elettricista e una scarica gli ha bruciato le mani, scaraventandolo a diversi metri di distanza. Era stato in coma per tre mesi, mentre i chirurghi avevano dovuto amputargli entrambe le braccia.

Nel corso degli anni ha subito molte altre operazioni, come un trapianto di fegato, ma è stato necessario aspettare vent’anni per trovare un donatore compatibile per le braccia e anche un medico disposto ad operarlo. I medici non si sbilanciano sulla funzionalità degli arti.

Contents.media
Ultima ora