×

Usa, Florida: distrutte accidentalmente 1.100 dosi di vaccino Pfizer

Circa 1.100 dosi di vaccino Pfizer sono state distrutte accidentalmente da un operatore sanitario presso la contea di Palm Beach, in Florida.

Covid

Il vaccino sintetizzato dalla Pfizer-BioNTech contro il coronavirus, per preservare le funzioni delle sue componenti, deve essere conservato a temperature estremamente basse, pari a -70 gradi. In prossimità della somministrazione del medicinale, tuttavia, le fiale possono essere spostate e custodite in un frigorifero tradizionale per un massimo di cinquegiorni.

Qualora si superasse il periodo di cinque giorni o il farmaco venisse esposto a temperature più elevate, il prodotto perde automaticamente la propria efficacia.

In un simile contesto, si inserisce quanto avvenuto in Florida, negli Stati Uniti d’America, dove è stata segnalata la distruzione di svariate fiale Pfizer.

Dosi di vaccino Pfizer distrutte accidentalmente

In Florida, un operatore sanitario ha scollegato accidentalmente dalla corrente una cella frigorifera adibita alla conservazione dei vaccini targati Pfizer-BioNTech.

Il tragico errore è stato scoperto per puro caso nella mattinata di venerdì 29 gennaio da un gruppo di dipendenti, impiegati presso il distretto sanitario afferente alla contea di Palm Beach, che stavano effettuando un «controllo qualità» prima di avviare le regolari procedure di inoculazione del farmaco ai cittadini americani.

Sulla base dei dati emersi in seguito ai controlli e agli accertamenti predisposti, le fiale di vaccino distrutte dall’operatore sanitario statunitense corrisponderebbero a oltre 1.100 dosi.

Indagini e testimonianze dei funzionari

L’episodio è stato prontamente comunicato alle autorità competenti che hanno aperto un’indagine finalizzata a chiarire come il responsabile di una tale fatalità sia riuscito a compiere il gesto. Il frigorifero spento, infatti, era custodito all’interno di un veicolo mobile.

Intanto, i funzionari responsabili della contea di Palm Beach hanno dichiarato che quanto accaduto può essere considerato «un singolo incidente isolato causato da un errore umano», ribadendo anche che «l’incidente non ha avuto alcun impatto sulla sicurezza dei pazienti».

I funzionari hanno, poi, informato la popolazione di aver disposto il trasferimento di «tutte le forniture di vaccini in un luogo sicuro con il backup del generatore di corrente 24 ore su 24, 7 giorni su 7».


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora